Come scegliere gli elettrodomestici per la cucina: guida completa con i consigli degli esperti

Con l'aiuto dei nostri esperti vi diamo tanti suggerimenti per scegliere gli elettrodomestici della cucina più adatti alle vostre esigenze, con un occhio alle nuove tecnologie e alle tendenze

come scegliere gli elettrodomestici per la cucina

Foto Shutterstock | Simone Hogan

Quali elettrodomestici comprare per la cucina? In questa guida vi forniamo alcuni consigli su come scegliere gli elettrodomestici per la cucina sia se dovete arredare casa nuova, sia se avete in mente di ristrutturare la cucina. Ci sono diverse cose da sapere prima di comprare una cucina, e una di queste riguarda proprio la scelta degli elettrodomestici.

Infatti, va detto, gli elettrodomestici sono quegli elementi di arredo che in una cucina sono molto importanti, sia per quanto riguarda l’arredo in generale, che deve armonizzarsi con il resto dei mobili sia per che riguarda la funzionalità. Cerchiamo di darvi più informazioni in merito, anche in base alle tendenze e alle ultime tecnologie disponibili.

 

Quali elettrodomestici comprare per la cucina?

elettrodomestici smart

Foto Shutterstock | Digital Genetics

Diciamo subito che esistono due tipologie principali tra cui scegliere, gli elettrodomestici free-standing e gli elettrodomestici da incasso. I primi sono quelli autoportanti, ossia a libera installazione, cioè sono caratterizzati da blocchi autonomi che possono essere posizionati in qualsiasi posto dell’ambiente cucina. I secondi sono concepiti per essere alloggiati all’interno della struttura della cucina stessa. Quindi si integrano in appositi vani o nel top della cucina. A loro volta si dividono in classici o smart. Gli elettrodomestici smart possono essere connessi e funzionare tramite app via smartphone o altri dispositivi e vanno quindi a comporre la casa domotica.

 

Come scegliere il colore elettrodomestici?



Per quanto riguarda il colore degli elettrodomestici, la scelta va fatta in base al tipo di arredamento scelto per l’ambiente cucina. In cucine moderne si può osare scegliendo colori a contrasto, anche pastello. Mentre in cucine bianche anche gli elettrodomestici da preferire sono bianchi. Per le cucine classiche in legno si possono scegliere elettrodomestici di colore nero o rame. Una scelta che si adatta bene a qualsiasi tipo di arredo cucina è l’acciaio, versatile e sempre di tendenza.

 

Quali sono gli elettrodomestici di fascia alta?

elettrodomestici fascia alta

Foto Shutterstock | Serghei Starus

Tendenzialmente gli elettrodomestici di fascia alta sono quelli che garantiscono un’alta efficienza per quanto riguarda le prestazioni, sono concepiti per essere tecnologicamente innovativi e sostenibili a livello di consumi e di salvaguardia ambientale. Infine sono semplici da usare ma esteticamente ricercati, con design spesso particolari ed eleganti. Questi aspetti incidono sul prezzo finale, per cui costano in genere di più degli elettrodomestici standard.

 

Forno elettrico, a gas, microonde, quale scegliere

forno incassato in cucina bianca

Foto Shutterstock | New Africa

Non può esserci una cucina senza un forno, uno degli elettrodomestici essenziali per cucinare. Per questo motivo è importante scegliere la tipologia di forno che più si adatta alle proprie esigenze.

FORNO ELETTRICO

Sostanzialmente i forni elettrici classici si dividono in cottura statica e ventilata e modelli che prevedono entrambi. La prima avviene tramite il riscaldamento delle resistenze, la seconda prevede anche una ventola che irradia un getto d’aria e consente ai cibi di cuocersi più uniformemente, più in fretta e ad una temperatura inferiore. Poi ci sono i forni combinati, che consentono, oltre alla normale cottura, di cucinare i cibi a vapore. Possono avere dimensioni standard o essere piccoli e compatti.

FORNO A GAS

Il forno a gas ha un bruciatore nella parte bassa dell’elemento e consente di arrivare anche a temperature molto elevate (superiori a 220°C). Sicuramente è economico, ma in quanto a prestazioni non è sempre affidabile perché il calore non è sprigionato in maniera uniforme.

FORNO A MICROONDE

Il forno a microonde è usato per scongelare in fretta, riscaldare e cucinare i cibi velocemente. In vendita ci sono tanti tipi di forni a microonde, dai più semplici con funzione grill per arrostire le pietanze, ai più avanzati a livello tecnologico che consentono anche la cottura a vapore.

 

Piano cottura: le tipologie

piano cottura a induzione

Foto Shutterstock | ppart
I principali tipi di piano cottura sono essenzialmente 3. Ossia i piani cottura a gas, le piastre elettriche e i piani cottura a induzione. In base alla grandezza della cucina si possono scegliere piani cottura con solo due fuochi, quattro fuochi o sei fuochi, particolarmente indicate per famiglie numerose.

PIANI COTTURA A GAS

Sono i classici fuochi che funzionano bruciando gas. Sono i più comuni e usati, e anche i più economici anche se i peggiori per efficienza energetica e anche per la pericolosità. Per quanto riguarda i materiali possono essere in acciaio inox, in acciaio smaltato o in vetro.

PIASTRE ELETTRICHE

Funzionano ad elettricità che scalda gli elementi in ghisa ed hanno un prezzo abbastanza contenuto. Le piastre elettriche possono avere un piano in vetroceramica, in quel caso sotto la superficie liscia si riscaldano delle resistenze circolari.

PIANI COTTURA A INDUZIONE

Sono la scelta tecnologicamente più avanzata ed efficiente, anche se più costosa. I piani cottura a induzione funzionano tramite l’elettricità, ma senza resistenze bensì il calore è generato da magneti che creano un campo elettromagnetico che va a scaldare la pentola in tempi rapidissimi e senza dispersioni. Facilissimi da pulire sono anche sicuri perché restando freddi non c’è rischio di ustionarsi. Occorre però usare delle pentole adatte, contenenti materiali ferrosi.

 

Cappa aspirante, essenziale per mantenere la cucina pulita

cappa aspirante

Foto Shutterstock | brizmaker
Le cappe aspiranti sono elementi essenziali in cucina perché aiutano a mantenere l’ambiente pulito e sano. Infatti il loro scopo è aspirare i vapori, gli odori e i fumi prodotti durante la cottura dei cibi, nonché di intrappolare le particelle di grasso che si sprigionano durante la frittura, grazie a particolari filtri. Esistono diversi tipi di cappa aspirante per la cucina: da parete, da incasso sottopensile, da soffitto, per cucina a isola. La scelta va fatta in base allo spazio disponibile e al modello della cucina.

 

Frigorifero: scegli la grandezza in base alle persone

frigorifero tre porte

Foto Shutterstock | New Africa
Diciamo subito che i frigoriferi a libera installazione sono in genere più funzionali rispetto a quelli a incasso. Oltre ad avere un design più ricercato e piacevole, anche nei modelli combinati con reparto frigo e freezer separati. Per la scelta del frigorifero consigliamo di controllare l’efficienza energetica, in modo da consumare quotidianamente meno energia.

Inoltre, date un’occhiata alla grandezza. Se vivete da soli non è necessario comprare un frigorifero a doppia anta da 400 litri! Basterà uno da 100/150. Se non volete sbrinare periodicamente il reparto congelatore sceglietelo NOFROST, mentre se vi piace l’idea di fare cocktail e aperitivi con gli amici ci sono i modelli con dispenser del ghiaccio, cioè che generano cubetti di ghiaccio premendo un tasto.

 

Congelatore, ideale per famiglie numerose

congelatore

Foto Shutterstock | New Africa
Il congelatore è un elettrodomestico non essenziale in una cucina, perché in genere può bastare lo scomparto freezer del frigorifero, ma in caso di famiglia numerosa si rivela un ottimo acquisto. In base allo spazio disponibile potete scegliere il congelatore verticale, tipo armadio refrigerato, o il congelatore a cassetti, anche da incasso. Mentre il congelatore a pozzetto è a libera installazione e può essere posizionato anche in altre stanze, oltre la cucina. Suggeriamo di scegliere congelatori ad alta efficienza energetica e con il simbolo 4 stelle, che raggiungono i -30 gradi e consentono di congelare i cibi freschi velocemente e in modo ottimale.

 

Lavastoviglie, l’importanza dell’efficienza

lavastoviglie

Foto Shutterstock | Oxanaso

Se avete intenzione di comprare una lavastoviglie tenete a mente alcune delle caratteristiche fondamentali che ne definiscono la qualità: grandezza (numero di coperti), consumi di energia ed acqua e silenziosità. Ci sono modelli ultra slim che si possono posizionare anche su un mobile e vanno bene per i single. In genere le più diffuse sono i modelli piccoli da 45 cm (9-10 coperti) e quelli standard da 60 cm (12-14 coperti). Noi suggeriamo di scegliere modelli di lavastoviglie ad alta classe energetica che permettono anche un consumo minimo di acqua grazie a funzioni avanzate che regolano i lavaggi in base allo sporco.

 

Piccoli elettrodomestici: a quali non rinunciare

piccoli elettrodomestici

Foto Shutterstock | New Africa
Infine parliamo dei piccoli elettrodomestici, che sono talmente tanti che si apre un altro argomento buono per una guida specifica sul tema. Diciamo che in una cucina che si rispetti e ben accessoriata non può mancare almeno un robot da cucina e un paio di fruste elettriche.

Ma in realtà la scelta varia moltissimo in base alle proprie abitudini ed esigenze. Ecco allora che potreste decidere di comprare una macchinetta del caffè espresso, un frullatore, una cantinetta per vini, un estrattore, uno spremiagrumi, un mixer ad immersione, una planetaria, un tostapane, una bistecchiera elettrica, una macchina per il pane fresco, una friggitrice, un bollitore elettrico, una gelatiera, una macchinetta per il sottovuoto, etc.

Ti è piaciuto questo articolo? Segui DesignMag su Google News per non perdere una tendenza!

avatar autore

Parole di Kati Irrente

Giornalista per passione, scrive per il web dal 2008 spaziando da argomenti di cronaca e attualità alle ultime tendenze in fatto di lifestyle. Addicted del vivere green e della buona cucina, divide il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d’autore.