Le tre tonalità di bianco di cui non potrai fare a meno

Il bianco fa sempre tendenza. Ecco le tonalità di bianco da non perdere nel 2022 per le pareti della vostra casa.

tonalita bianco soggiorno

Foto Shutterstock | Tr1sha

Il bianco è un colore che non passa mai di moda, soprattutto quando si parla di colori adatti per le pareti del soggiorno. Anche tra i colori di tendenza del 2022 non può assolutamente mancare il bianco. Le tonalità di bianco sono tantissime e vanno da quelle più “pure” e brillanti fino a quelle più naturali. Per il nuovo anno la tendenza è quella di puntare su tonalità naturali e delicate, che favoriscono il riposo per gli occhi ed un senso di rilassatezza. Dimentichiamoci i toni nitidi ed abbaglianti ed andiamo a scoprire le tre tonalità di bianco di cui non potrete assolutamente fare a meno.

Cominciamo con il bianco Whisper White proposto da Behr, azienda di cui abbiamo già analizzato il sorprendente Blu Breezeway. Si tratta di una tonalità di bianco neutra, ariosa ed estremamente naturale. Il colore presenta un sottotono beige che lo rende più vicino ad una tonalità crema. Tuttavia, con la maggior parte delle tipologie di illuminazione, risulta comunque molto più bianco che color crema. Un colore perfetto per molti stili di arredamento tra cui, ad esempio, lo stile shabby chic.

La seconda tonalità che vogliamo consigliarvi è Shoji White. Si tratta di un colore proposta da Sherwin Williams, azienda salita ancor più alla ribalta negli ultimi giorni grazie alle palette ispirate ad Encanto. Shoji White è un bianco fumo, quasi tendente al beige, rilassante e raffinato. Questa tonalità è perfetta per un arredamento in stile giapponese Wabi-Sabi.

Concludiamo con un colore proposto da Pantone, azienda per eccellenza quando si tratta di tonalità di colore innovative e di tendenza. Parliamo di Baby’s Breath, un bianco “sporco” con sfumature beige, che risulta caldo e accogliente. Davvero perfetto per il soggiorno, ma anche per le camere da letto.

Parole di Valerio Malfatto

Valerio Malfatto, nato a Roma il 6 settembre 1995 e diplomato al Liceo Classico statale Luciano Manara. Laureato in Ingegneria Chimica all’Università La Sapienza di Roma e Laureato Magistrale in Ingegneria dei Materiali presso l’Università degli Studi di Padova. Le sue più grandi passioni sono il design e l'ecologia.