Pareti divisorie mobili per la casa, ovvero come suddividere gli ambienti

Separare gli ambienti con le pareti divisorie mobili, ottima alternativa per non stravolgere la struttura di un'abitazione

da , il

    Le pareti divisorie mobili per la casa servono a suddividere gli ambienti e a trasformarli a seconda dell’occorrenza. Pannelli curvi o scorrevoli, in mdf, vetro, plastica, legno, rivestiti in tessuto o impreziositi da decorazioni di ogni tipo, offrono una gran bella alternativa ai muri tradizionali, un’ottima soluzione per chi vuole creare spazi separati dal resto dell’abitazione, per poi ripristinare la situazione originaria in modo veloce e agevole. Oggi in commercio si trovan, come già detto in precedenza, soluzioni di ogni tipo, dalle più economiche realizzate in bambù e persino in carta, a proposte più sofisticate, addirittura in grado di sprigionare luce soffusa.

    Si può scegliere tra i numerosi tipi di separè da interni, complementi d’arredo leggeri, decorativi e facili da spostare. Tuttavia per un effetto più moderno e d’impatto, è consigliabile prendere in considerazione l’inserimento di pareti mobili, che si fissano al soffitto o in alcuni casi anche al pavimento, ma senza costituire un ostacolo al passaggio, una volta richiuse.

    Nel catalogo di Casali, azienda specializzata nella lavorazione del vetro proprio per la realizzazione di questo tipo di elementi. Coocon, per citare uno dei prodotti, rappresenta una partizione in vetro curvo in cui l’alternarsi di linee concave e convesse , assieme alla trasparenza del vetro, delimita ma non divide gli spazi lasciandoli interagire uno con l’altro in un onda di luce che diventa un vero e proprio elemento di arredo e design. Un nuovo concept per un sistema dedicato a chi ama farsi abbracciare dalla luce. Con i suoi vetri curvi laccati trasparenti, Coocon disegna la personalità degli ambienti con un soffio di cristallo.

    Realizzata in vetro temperato extra-chiaro, Linea, invece, altra proposta di Casali, indossa una veste nobile e preziosa: il soggetto Ott’anta Black laccato con tecnica Light & Color. In questo modo la luce traccia le sue trame trasparenti nella ricchezza del colore, disegnando scie luminose che traggono linfa vitale dalla purezza del cristallo.

    Anche le porte scorrevoli possono rappresentare una soluzione in quanto a divisione. Certo si tratta di separè semi-mobili, ma comunque di grande effetto e funzionalità. E poi ci sono gli arredi con duplice funzione, i cosiddetti double face, che posizionati in posti strategici possono dividere una zona della casa da un’altra. Una zona pranzo dalla resto della cucina, ideali soprattutto in appartamenti di piccola metratura.