Il nuovo trend del design richiede originalità e fantasia

Con le librerie divisorie bifacciali si possono separare gli ambienti creando combinazioni originali di arredamento. Ecco alcuni modelli di scaffali divisori e librerie stilose per i vostri progetti di interior design

librerie divisorie e scaffali bifacciali

Foto Shutterstock | Serghei Starus

Le librerie divisorie, chiamate anche librerie bifacciali, sono soluzioni originali per arredare la casa. Nate come librerie ma anche per separare gli ambienti, sono perfette per creare un po’ di privacy senza chiudere troppo la visuale. Ma anche per utilizzare un unico spazio per diverse attività. Questo tipo di scaffali divisori sono funzionali da entrambi i lati e generalmente di grande impatto estetico. Sono proposte dalle aziende in diverse dimensioni e finiture, per poter rispondere alle esigenze di ogni tipologia di casa. Vediamone alcune tra le più belle e stilose.

Entriamo più nel dettaglio di questo nuovo trend del deisgn.

Librerie divisorie Inori di Fiam

INORI librerie divisorie bifacciali

Foto Fiam
Inori è una libreria composta da elementi in vetro e legno progettati dai designer Setsu e Shinobu Ito. Modulare e versatile grazie ai montanti liberamente posizionabili tramite sistema di ancoraggio, è dotata di scorrimento a binario applicato su ogni singolo ripiano. Basi e ripiani sono disponibili anche in ebano laccato lucido, mentre i binari sono in alluminio anodizzato nero.

Ex libris di Porro

ex libris vetrina libreria bifacciale

Foto Porro
Ex libris di Porro è una libreria pensata per riporre una ricca collezione di volumi in una vera e propria vetrina, racchiusa da ante in cristallo con profilo Iron, Black o Smoke. Frontali, fianchi, schienali e ripiani sono trasparenti, mentre la struttura è in melamminico e si può anche illuminare con faretti montati sul top. Una libreria vetrina dal design rétro che reinterpreta un classico dell’arredo, con le tecnologie contemporanee.

Sendai Crystal di Horm

Sendai Crystal di Horm

Foto Horm
Sendai Crystal di Horm è la celebre libreria scultura in cristallo e legno disegnata dal’architetto Toyo Ito, già vincitore del Premio Pritzker 2013. In questa libreria divisoria Toyo Ito ha racchiuso l’essenza progettuale della mediateca di Sendai in Giappone, da lui progettata. Lo scaffale è costituito da sei ripiani in vetro uniti da torniti in legno massello diversi per inclinazione dimensioni. Un complemento d’arredo dal design davvero straordinario che sintetizza la filosofia orientale del grande architetto.

Domino di Esedra by Prospettive

Domino di Esedra by Prospettive

Foto Esedra by Prospettive
Domino di Esedra by Prospettive è una libreria di design con struttura in lamiera piegata interrotta e scandita da contenitori in legno laccato di varie dimensioni e colori, progettata dallo Studio Batoni. Grazie alle aperture è possibile aumentare la luce naturale che è libera di circolare. Questa libreria si inserisce bene in ogni ambiente arredando con stile ed eleganza.

Note di Bonaldo

Note di Bonaldo

Foto Bonaldo
Disegnata da Mario Mazzer, la libreria divisoria Note di Bonaldo è visivamente caratterizzata dalla combinazione dell’elemento orizzontale, i ripiani, con l’elemento verticale, i montanti. Ripiani e montanti sono realizzati in legno e seguono precisi abbinamenti cromatici. Note è un oggetto d’arredo dalle forme geometriche semplici, ma con un carattere forte e originale. Un pentagramma dove le note sono i libri, che offrono l’immagine di una personale melodia.

Shanghai di Alivar

Shanghai di Alivar

Foto Alivar
Progettata da Giuseppe Bavuso, la libreria divisoria Shanghai di Alivar è una libreria-scultura dalla forte presenza scenica che dà carattere alla casa. Shanghai è bifacciale e ideale anche per arredare un open space. È dotata di una struttura esterna in rovere termo-trattato o tinto nero. I ripiani interni sono in Cemento Ductal, un prodotto di altissima tecnologia, frutto di anni di ricerca. Impasto di cemento dalle caratteristiche tecniche eccezionali e dalle possibilità illimitate.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per passione, scrive per il web dal 2008 spaziando da argomenti di cronaca e attualità alle ultime tendenze in fatto di lifestyle. Addicted del vivere green e della buona cucina, divide il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d’autore.