Come arredare l’ingresso con gli specchi: consigli e idee di stile

Scegliere uno specchio per l'ingresso è sempre una buona idea, soprattutto se vogliamo rende otticamente più ampio lo spazio

da , il

    Come arredare l’ingresso con gli specchi: consigli e idee di stile

    L’ingresso della casa ha un ruolo fondamentale poiché accoglie gli ospiti ed dà subito la prima impressione della nostra abitazione. È importante che sia rappresentativo dello stile di tutto l’appartamento e che trasmetta un senso di accoglienza ma anche di ariosità. Per questo motivo, se è piccolo, utilizzare gli specchi è un ottimo modo per ingrandirlo otticamente e permettere alla luce di irradiarsi maggiormente nell’ambiente.

    Alle pareti, sia tinta unita che con tappezzerie a righe o fantasia, si possono abbinare tantissimi stili diversi di specchio, che deve però assecondare le dimensioni dello spazio in maniera discreta. Infatti, se troppo grande o di una forma che stona col resto degli elementi in gioco, potrebbe notarsi eccessivamente, distogliendo l’attenzione e rompendo l’armonia.

    Ecco dunque alcuni consigli preziosi per arredare il vostro ingresso con gli specchi e farlo in maniera elegante.

    Lo specchio grande o a tutta parete

    Sceglierne uno molto grande o addirittura rendere specchiata interamente una parete è la soluzione perfetta se c’è bisogno di ingrandire un ambiente medio-piccolo. Se l’ingresso ha una metratura molto ridotta, questa soluzione potrebbe ritorcersi contro poiché occupare interamente una superficie tenderà leggermente a chiudere l’ambiente: dipende tutto dall’illuminazione.

    lots kea
    Foto Ikea

    Per ottenere questo effetto, si può sceglie lo specchio Lots di Ikea: essendo componibile, permette di crearne uno della grandezza necessaria al nostro ambiente in maniera personalizzata.

    Lo specchio rotondo

    La soluzione più contemporanea in fatto di specchi, è quello dalla forma rotonda con una cornice piuttosto sottile. In stile perfettamente industriale, sta molto bene all’ingresso di una casa moderna, dove i mobili sono giocati sui dettagli metallici. Questo tipo di speccho si presta ad essere associato anche a mensole o eventualmente mobili sottostanti, meglio se a loro volta con un design piuttosto minimal.

    clement maisons du monde
    Maisons du Monde

    Lo specchio rotondo come Clement di Maisons du Monde è perfetto da inserire anche in un contesto dove c’è una prevalenza di mobili con spigoli e dalle linee molto nette poiché ammorbidirà l’ambiente rendendolo più accogliente.

    Le forme particolari

    Uno specchio dalla forma particolare è sicuramente un dettaglio di personalità e la sua scelta dipende esclusivamente dai vostri gusti. Bisogna sempre tenere bene a mente delle proporzioni e dell’eleganza: less is more! Per questo motivo si può optare per degli specchi con forme geometriche oppure come questo di Leroy Merlin che richiama una foglia stilizzata.

    leroy merlin Leaf
    Foto Leroy Merlin

    In generale, più uno specchio è particolare e meno dettagli dovranno essere posti intorno a lui per rendere l’ingresso arioso e ampio, ma un’accortezza che si può avere, se lo specchio è decisamente particolare, è trattarlo come se fosse un’opera d’arte quindi scegliere una cornice adeguata e magari abbinare quadri e stampe con forme e cornici coordinate.

    Lo specchio rettangolare con cornice

    La cornice in legno è perfetta se la nostra casa e ovviamente l’ingresso vogliono avere uno stile che si rifà al minimalismo nordico, dove a farla da padrone sono colori neutri e materiali naturali. Perfetto dunque lo specchio con cornice in legno come questo di Mondo Convenienza, a patto che eventuali mobili sottostanti presenti siano in tinta o oppure bianchi: accostare troppi colori renderà lo spazio più cupo e caotico. Se volete un effetto più shabby, la cornice potete sceglierla sempre in legno ma verniciata di bianco a effetto antivato.

    mondo convenienza olmo
    Foto Mondo Convenienza

    Lo specchio con questa forma può essere messo sia in verticale che in orizzontale a seconda delle proporzioni della parete, ma l’importante è che da entrambi i lati non tocchi gli angoli del muro, altrimenti darà la sensazione di essere incastrato, chiudendo l’ingresso.

    Lo specchio-appendiabiti

    Una soluzione praticissima quando si ha a che fare con un ingresso molto piccolo, è un mobile che sia doppiamente funzionale e che quindi sia appendiabiti e porta scarpe, e che al contempo abbia uno specchio magari piuttosto ampio, che nasconde un ulteriore vano porta oggetti come quello di Avanti Trendstore.

    amazon Solaika
    Foto Amazon

    In questo modo, lo specchio distrarrà da cappotti, abiti e scarpe, in favore di una maggiore luminosità e ampiezza dell’ingresso.