Dubbi sul tuo arredamento? Forse non conosci la regola del 3

Arredare non è mai stato così facile: basta seguire la regola del tre. Dai quadri alle piante, ecco come disporli

da , il

    Dubbi sul tuo arredamento? Forse non conosci la regola del 3

    Vuoi arredare la tua abitazione seguendo i dettami del design moderno ma non sai da dove cominciare? Oltre a conoscere le tendenze per l’arredamento del 2022 puoi seguire un semplice principio: la regola del tre. Scopriamo cos’è la regola del tre e come seguirla con poche semplici accortezze, che vi permetteranno di trasformare il vostro soggiorno senza alcuna fatica.

    La regola del tre, molto diffusa e seguita negli Stati Uniti, dice semplicemente che gli oggetti disposti in gruppi dispari sono più attraenti per l’occhio umano. Si è studiato, infatti, che i gruppi dispari risultano più dinamici e naturali, al contrario di quelli pari che sembrano artefatti e statici. Tra i numeri dispari spicca naturalmente il tre, il numero perfetto anche nel campo dell’interior design, ma possono andare bene anche gli altri come cinque e sette. Ma allora cosa bisogna fare nel pratico? Semplicemente dovremo disporre gli oggetti della nostra casa il più possibile a gruppi di tre.

    Ad esempio, se amiamo le piante per la casa, potremo disporle in gruppi di tre. Oppure se stiamo seguendo la tendenza di avere opere d’arte in casa e abbiamo acquistato dei quadri, disponiamo anch’essi a gruppi di tre. L’importante è che le composizioni risultino asimmetriche, magari giocando sulle forme e le dimensioni degli oggetti. Il discorso vale anche per i libri, ad esempio per i libri interessanti e belli da vedere che vi abbiamo consigliato, che possono essere disposti nuovamente in gruppi dispari. Un ultimo consiglio è quello di non creare necessariamente terzetti di oggetti “omogenei”. Purché siano ben abbinati, possiamo mettere insieme anche oggetti di natura differente lasciando all’osservatore l’interessante compito di trovare il senso della composizione.