Come scegliere il piano lavoro della cucina: dall'okite all'acciaio tutti i materiali per il top

Seguite i nostri utili consigli su come scegliere il piano lavoro della cucina in base ai materiali e allo stile di arredamento

cucina moderna con piano lavoro lucido

Foto Pexels | Mark McCammon

Ecco alcuni utili consigli su come scegliere il piano lavoro della cucina. Sono tanti i materiali sperimentati dai designer per un top cucina sempre più all’avanguardia, che guarda all’estetica e alla praticità. Dall’okite all’acciaio, tutti i materiali per il top si contraddistinguono per la loro resistenza e facilità di manutenzione. Bisogna tener conto infatti che i piani di lavoro cucina sono soggetti a usura continua e devono essere durevoli nel tempo.

Piano di lavoro cucina in quarzo

piano di lavoro ikea quarzo
Foto Ikea

Il quarzo è un materiale super resistente, adatto per un top cucina funzionale e di design, in sostituzione del classico granito. Non a caso lo troviamo anche nei piani da cucina Ikea. Pur essendo altrettanto robusto si distingue per un’eleganza più contemporanea con la sua omogeneità, lucentezza e stabilità di colore. Inoltre è un materiale altamente igienico, impermeabile e resistente a macchie e urti. Alternativa valida è il Dekton, materiale che simula l’estetica del quarzo.

Top in cemento

top piano di lavoro per la cucina in cemento
Foto Shutterstock | jamesteohart

Il cemento, particolarmente in voga negli ultimi tempi, ben si inserisce nei contesti moderni e specialmente in cucine in stile industriale. Il suo look essenziale e grezzo conferisce all’ambiente un tocco spartano, che si armonizza bene con pensiline metalliche e spazi a vista.

Il piano di lavoro della cucina in cemento, non essendo impermeabile ha lo svantaggio di macchiarsi facilmente a contatto con acidi e sostanze grasse, ma in fondo questa è una sua caratteristica.

Top cucina in acciaio

donna pulisce il piano della cucina in acciaio con un panno morbido
Foto Shutterstock | FotoDuets

L’acciaio è il materiale utilizzato più frequentemente nelle cucine professionali, in virtù della sua facilità di pulizia, che permette il massimo dell’igiene. Una cucina con piano di lavoro in acciaio è particolarmente indicata ai contesti moderni, con la sua fredda eleganza che ama le linee geometriche.

Unico difetto, anche una sola ditata si farà subito vedere quindi occorre sapere come pulire l’acciaio nel migliore dei modi. Non lasciatevi comunque scoraggiare: l’acciaio conferirà alla cucina un design moderno senza pari.

Piano di lavoro in corian

cucina moderna con top in corian
Foto Shutterstock | Bertrand Benoit

Il corian è un materiale di ultima generazione, flessibile e resistente, che ben si adatta a ogni stile in cucina. I piani di lavoro in corian, ottenuto da una miscela di minerali naturali, pigmenti e polimeri acrilici, risultano privi di porosità e fessure, garantendo igiene e pulizia. Si adatta a qualsiasi stile in quanto è plasmabile e personalizzabile con colori e finiture a scelta.

Piano di lavoro cucina in okite

top cucina okite
Foto Shutterstock | Breadmaker

Il piano di lavoro della cucina in okite rappresenta un’assoluta novità che ha conquistato il mercato mondiale. E’ ottenuto da una miscela di quarzi naturali che permettono un’infinita variazione cromatica, alcuni modelli sono simili ai piani di cucina in marmo.

Resistente, inattaccabile, igienico, si adatta a tutti gli stili della cucina. Ecocompatibile, conferisce al piano di lavoro tutta l’eleganza dei minerali naturali con il valore aggiunto di una resistenza insuperabile.

Ti è piaciuto questo articolo? Segui DesignMag su Google News per non perdere una tendenza!

avatar autore

Parole di Kati Irrente

Giornalista per passione, scrive per il web dal 2008 spaziando da argomenti di cronaca e attualità alle ultime tendenze in fatto di lifestyle. Addicted del vivere green e della buona cucina, divide il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d’autore.