Pavimenti per esterni dalla pietra naturale al cemento: le soluzioni più belle e resistenti

Pavimenti per esterni dalla pietra naturale al cemento: le soluzioni più belle e resistenti

Idee e soluzioni per pavimentare gli spazi all'aperto come balconi, terrazze, patii, piscine e giardini

da in Come arredare, Garden Design
Ultimo aggiornamento:

    Oggi i pavimenti per esterni presentano soluzioni belle e resistenti che riescono ad adattarsi ad ogni ambiente con una grande varietà di colori e finiture. Dando per assodato che i materiali per esterno atti al camminamento garantiscano caratteristiche fatte per durare ed essere funzionali in zone outdoor, la scelta deve essere fatta pensando alla loro integrazione con l’ambiente dove sarà posato. Grazie all’ampia e variegata gamma di pavimenti per esterni, oggi è possibile soddisfare tutti i gusti, nonchè giocare con forme e colori creando effetti originali e non banali.

    Nel creare la pavimentazione da esterno è necessario gestire aree che devono corrispondere innanzitutto a elevati standard qualitativi per garantire una lunga durata. Il mercato offre numerose tipologie di pavimenti con profili differenziati per la scelta di quello più indicato: forme a incastro assicurano l’autobloccanza ottimale, altre forme più semplici lasciano un’ampia libertà compositiva.

    Il legno non viene generalmente usato per le pavimentazioni da esterno perché risente molto dell’umidità, ma vi sono essenze che fanno eccezione, come il teak e altri legni esotici. Queste varietà hanno il potere di resistere all’acqua perché sono per loro natura impregnate di resine che le rendono idrorepellenti, e diventano quindi adatte come pavimentazioni per esterno.

    Le pietre sono materiali durissimi, usati per le pavimentazioni esterne perché particolarmente resistenti agli agenti atmosferici. Tra le pietre italiane più diffuse vi sono le beole, la pietra d’Istria, la pietra di Trani, i travertini, i quarzi e la pietra serena. Grande utilizzo anche del granito, che è una roccia dura e compatta, resistente al gelo, agli sbalzi termici e alla luce, e del marmo, che è invece meno resistente, per cui è meno frequente l’impiego per gli ambienti outdoor.

    Le piastrelle in ceramica possono essere un ottimo prodotto per pavimenti esterni, perché sono antigelive, e hanno la stessa durezza e consistenza delle pietre, ma la loro superficie e il supporto devono essere compatte e non porose per evitare che l’acqua infiltrandosi possa ghiacciare e farle rompere.

    I pavimenti per esterno in cemento sono un manufatto molto duro, con un’elevata resistenza ai carichi. Oggi i pavimenti in cemento sono molto utilizzati anche per gli interni, perchè presentano ottime caratteristiche di calpestabilità e moltissimi effetti estetici di grande pregio mediante l’applicazione di cere o vernici puliretaniche.

    Esistono piastrelle per l’esterno in plastica o legno con cui è possibile realizzare un pavimento in maniera semplice grazie moduli ad incastro autobloccanti. Le piastrelle in legno o plastica pvc per esterni sono flessibili e drenanti, e sono ideali anche per gli amanti del fai da te.

    Una curiosità: alcune piastrelle per pavimentazioni esterne sono realizzate con “cemento mangia smog”, che abbatte gli agenti inquinati e migliora la qualità dell’aria.

    577

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Come arredareGarden Design
    PIÙ POPOLARI