8 idee su come scegliere la pavimentazione per il balcone

8 idee su come scegliere la pavimentazione per il balcone
da in Come arredare, Garden Design, Interior Design
Ultimo aggiornamento: Lunedì 06/06/2016 00:45

    Pavimentazione per il balcone

    La pavimentazione per il balcone, a differenza di quella per l’interno della casa va scelta in base a caratteristiche funzionali, ma anche secondo allo stile dell’abitazione a al gusto di chi vi abita. Per aiutarvi, oggi vi diamo 8 idee su come scegliere il pavimento giusto per il balcone spaziando dal gres porcellanato, il materiale più utilizzato, alle piastrelle flottanti in plastica, una tipologia di facile posa che non necessita di operai qualificati e neanche di opere di demolizione.

    EticPro di Atlas Concorde

    Il gres porcellanato si può utilizzare anche per la pavimentazione del balcone, e l’idea migliore è optare per lastre che riproducano le materie naturali. EticPro di Atlas Concorde è un gres porcellanato ideale per l’esterno grazie alla sua superficie ingeliva, antiscivolo, resistente agli agenti atmosferici e all’usura, che riproduce l’effetto del legno.

    Larideck di Bellotti

    Per pavimentare il balcone si può scegliere una piastrella modulare in legno trattato per esterni come Larideck Mosaico di Bellotti. Grazie alla facile posa e al fatto che può essere utilizzata su qualsiasi supporto, Larideck rappresenta una scelta ottimale anche quando non si vogliono effettuare lavori di ristrutturazione con demolizioni. I moduli in legno si posano con un semplice incastro, e possono essere scelti fra il teak, l’iroko, il mogano o il sughero naturale.

    Decking in WPC

    Il WPC, ossia il Wood Polymer Composite, è un materiale composito concepito proprio per le pavimentazioni esterne, e un esempio è Relazzo Naturo di Rehau, che ha la caratteristica di assomigliare molto al legno naturale. Proposto in diversi colori, varie finiture e larghezze, può essere utilizzato per pavimentare terrazze, balconi e gradini, ma è anche la soluzione ideale per il bordo piscina.

    Easyplate di Pontarolo

    Su superfici esistenti che si vogliono coprire con un nuovo pavimento è possibile la scelta di un pavimento per esterni flottante in plastica effetto legno che non necessita di lavori di demolizione, come Easyplate di Pontarolo. Semplice da montare e smontare, può essere posata secondo numerose composizioni, e può essere scelta nei colori grigio, caffè, e cappuccino.

    Stampato di Ideal Work

    Il pavimento da esterno Stampato di Ideal Work è in calcestruzzo ma con finiture che lo rendono somigliante ad un materiale nobile naturale. Molto robusto, può essere lavorato per essere esteticamente simile alla pietra, alla roccia, alla ceramica, ai mattoni e anche al legno, e non necessita di particolare manutenzione.

    Antico cotto a mano di B&B

    Per chi vuole dare un tocco classico al balcone può scegliere una pavimentazione in cotto, ancor meglio con una piastrella fatta a mano come quella di B&B. Grazie alla sua sapiente lavorazione artigianale, ogni pavimentazione realizzata con l’antico cotto a mano acquista pregio e fascino.

    Roofingreen Nature di Roofingreen

    Oltre a rendere green il balcone con piante e fiori, una nuova moda che sta prendendo sempre più piede è quella di pavimentare il balcone con l’erba sintetica. Venduta in rotoli, può però essere prodotta anche in moduli, come quella di Roofingreen. I moduli di Roofingreen Nature si assemblano tra loro in modo semplice, e sotto al manto di erba sintetica e posto strato di materiale isolante termico-acustico.

    Pavimento in ciottoli

    Una pavimentazione da balcone originale è quella che propone Triflex Italia con Triflex Stone Design, ossia una miscela di ciottoli di marmo e resina che si applica velocemente e facilmente su balconi e terrazze. Grazie alla vasta gamma di tonalità e alle diverse grandezze dei ciottoli è possibile andare incontro alle svariate richieste in fatto di estetica.

    1037

    Speciale Natale

    ARTICOLI CORRELATI