I 5 metodi infallibili per pulire mobili, sedie e oggetti in vimini e rattan

Dal rimedio della nonna al pulitore a vapore, oggi vi spieghiamo come pulire vimini e rattan in poche e semplici mosse

da , il

    I 5 metodi infallibili per pulire mobili, sedie e oggetti in vimini e rattan

    Dalle lampade ai cesti, fino ai tavolini da caffè, il rattan è ormai protagonista di moltissimi pezzi d’arredo nelle nostre case. Caldo, essenziale e neutro, il rattan è un materiale di origine naturale, che si adatta perfettamente a qualsiasi stile di arredamento, sia esso industriale, jungle o scandinavo. Di tendenza è anche il suo parente stretto, il vimini, una vera e propria fibra tessile ricavata dai rami del salice, per intrecciare sedie, poltrone e ceste per la casa. Ma come pulire i nostri elementi di arredo in rattan senza rovinarli? Oggi scopriamo alcuni metodi infallibili per pulire elementi in rattan o vimini e donare loro nuova lucentezza.

    Leggi anche: RATTAN, IL NUOVO LEGNO PER UNA CASA MODERNA

    Il rimedio della nonna: acqua e sale

    Partiamo da acqua e sale, il rimedio della nonna per eccellenza, in grado di rimuovere anche lo sporco più ostinato dai nostri pezzi in rattan o vimini. Prima di procedere, è bene rimuovere la polvere con un aspirapolvere o un panno asciutto. Una volta eseguito questo passaggio, si sciolgono un paio di cucchiai di sale grosso in un litro di acqua molto calda. Ora, possiamo inumidire il panno in acqua e sale e strofinarlo sulle macchie, fino a quando non sarà tornato splendente.

    Come pulire il rattan: acqua e detergente

    Se i rimedi 100% naturali non vi convincono, potete ricorrere a un altro valido e semplice metodo di pulizia: acqua calda e detergente neutro. In questo caso, vi consigliamo di applicare il composto con uno spruzzino, lasciandolo agire per qualche minuto, prima di strofinare con un panno. Quando le macchie saranno sparite, allora ripassate la superficie di vimini o rattan con un panno umido, così da togliere gli eventuali residui di sapone.

    Leggi anche: RATTAN E VIMINI, 7 PRODOTTI IKEA CHE RENDERANNO IL TUO GIARDINO PIÙ ACCOGLIENTE

    Come togliere le macchie più ostinate: acqua, detergente e ammoniaca

    Quando le macchie si rivelano particolarmente ostinate, l’antico rimedio della nonna acqua e sale potrebbe non essere sufficiente. In questo caso, potete preparare una miscela di detergente, acqua calda e un goccio di ammoniaca, da cospargere sulle macchie rimanenti. Strofinate vigorosamente con un panno, o eventualmente anche uno spazzolino da denti, per raggiungere gli anfratti più nascosti, avendo cura di seguire il senso dell’intreccio.

    Metodi per pulire vimini e rattan: pulitore a vapore

    Ed eccoci arrivati al fatidico pulitore a vapore. Infatti, chi ne possiede uno, sa quanto possa essere efficace contro lo sporco ostinato! Sarà sufficiente spruzzare acqua saponata, con un goccio di ammoniaca, sull’oggetto da pulire, lasciare agire per alcuni secondi e applicare il vapore. Et, voilà, il vostro mobile in rattan tornerà a splendere!

    Come rimuovere le muffe: acqua e candeggina

    In altri casi, può capitare che funghi o muffe abbiano aggredito le fibre naturali dei nostri pezzi in vimini o rattan, formando delle macchie di forma più o meno circolare, di colore marrone o nerastro. In questo caso, per eliminare le muffe, bisogna ricorrere al buon vecchio metodo della candeggina, l’unica in grado di uccidere il fungo e eliminarlo dalla fibra. Preparate una miscela di acqua e candeggina, bagnate un panno e strofinate le macchie fino ad eliminarle. Dopo aver pulito, lasciate l’oggetto all’aria aperto, evitando di esporlo alla luce diretta del sole.

    Come lucidare il rattan

    Infine, per donare nuova lucentezza a cestini, sedie e mobili di vimini o rattan, potete utilizzare uno spray per mobili, oppure applicare con un panno asciutto un leggero strato di cera d’api per mobili da restauro. Lasciate asciugare il prodotto, strofinate nuovamente la superficie con un panno e i vostri oggetti in rattan torneranno come nuovi.