Bonus mobili, elettrodomestici e mobili al 50% per una casa più efficiente

Mobili nuovi e sconto fiscale anche spendendo poche centinaia di euro per sostituire i vecchi impianti con altri di nuova generazione

da , il

    Bonus mobili, elettrodomestici e mobili al 50% per una casa più efficiente

    Avete bisogno di una nuova stufa a pellet per riscaldare la vostra casa in campagna? E quel lavasciuga biancheria che desiderate acquistare da un po’ di tempo? Oggi, con il bonus mobili potete rinnovare la vostra casa e renderla sempre più efficiente da un punto di vista energetico. Dal salotto alla cucina, dallo studio al bagno, l’attenzione al risparmio energetico è sempre premiata, anche per i piccoli lavori in casa finalizzati alla risparmio energetico. Grazie al “bonus mobili”, si possono avere mobili nuovi e sconto fiscale – anche spendendo poche centinaia di euro – per sostituire i vecchi impianti con altri di nuova generazione, ad esempio basati su fonti rinnovabili.

    A chi si rivolge

    Il bonus mobili si rivolge a tutti coloro che effettuano, secondo determinati parametri, interventi di ristrutturazione con attenzione al risparmio energetico. Ma in cosa consiste l’agevolazione? Si tratta di una detrazione fiscale del 50% sulla spesa, per un importo massimo di 10.000 euro, per ciascun immobile soggetto a ristrutturazione, come spiegato anche sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

    Come ottenere il bonus

    Per ottenere il bonus, è sufficiente effettuare interventi che rientrano nell’ambito della detrazione, anche quando si parla di piccoli interventi finalizzati al risparmio energetico. In tal caso, la detrazione è ammessa anche se si tratta di semplice acquisto “posa in opera”. Facciamo alcuni esempi: sostituire la caldaia di riscaldamento, o il vecchio boiler, ma anche cambiare i radiatori con altri a maggiore efficienza, oppure acquistare un climatizzatore in grado di fare da supporto all’impianto di riscaldamento, riducendo così il consumo di gas, così come la sostituzione degli infissi.

    Il pagamento

    Attenzione al pagamento, infatti, per usufruire delle agevolazioni per i mobili si devono effettuare gli interventi di risparmio energetico utilizzando il bonifico per le ristrutturazioni. Una volta effettuati gli acquisti dei nuovi impianti o dei nuovi infissi, a quel punto si potranno acquistare anche mobili approfittando dello sconto fiscale. Per questo è sufficiente pagare con strumenti tracciabili, bonifici ordinari, carte di credito, bancomat, carte prepagate, con la cura di conservare la fattura o lo scontrino con i propri dati fiscali. Lo sconto è previsto per acquisti fino a 10.000 euro, a prescindere della spesa totale pagata per le ristrutturazioni. Si possono comprare tutti i mobili, ma anche lampade e lampadari, e pure i nuovi materassi.