Bonus lavasciuga 2022: tutto quello che devi sapere

Ecco chi ha diritto al bonus lavasciuga per il 2022, come si deve richiedere l'agevolazione e i tipi di elettrodomestici che possono essere acquistati con la detrazione fiscale.

bonus lavasciuga

Foto Shutterstock | Evgeny Atamanenko

Anche per il 2022 è stato prorogato il Bonus Lavasciuga, ossia l’agevolazione fiscale che permette una detrazione Irpef del 50% di quanto speso per l’acquisto dell’elettrodomestico, direttamente nella dichiarazione dei redditi. Scopriamo insieme chi ha diritto all’agevolazione, e come si fa per goderne.

Il Bonus lavasciuga non è altro che il Bonus mobili e grandi elettrodomestici 2022 che vale fino al 31 dicembre 2022.

Quindi ha diritto all’agevolazione chi effettua una ristrutturazione edile straordinaria, anche in seguito a calamità naturali, e contestualmente acquista un modello di lavasciuga nuova (non usata) e di classe energetica A+ o superiore.

La data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione deve essere precedente a quella dell’acquisto dell’elettrodomestico. Sono comprese nei costi da detrarre le spese di trasporto e montaggio. Non sono considerati straordinari i lavori di tinteggiatura o posa di pavimenti o la sostituzione di infissi esterni.

Per poter chiedere il bonus fiscale, che, come detto, consiste in una detrazione al momento della dichiarazione dei redditi, occorre essere in possesso e presentare i documenti di acquisto. Sono ammessi bonifico o pagamenti con carte di credito mentre non valgono assegni o contanti. E per conoscere tutti i Bonus casa 2022 clicca qui.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per passione, scrive per il web dal 2008 spaziando da argomenti di cronaca e attualità alle ultime tendenze in fatto di lifestyle. Addicted del vivere green e della buona cucina, divide il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d’autore.