Come pulire un oggetto arrugginito: consigli pratici per farlo tornare a splendere

La ruggine può essere parecchio ostile, ma con i giusti ingredienti può essere totalmente rimossa, facendo tornare il metallo alla sua bellezza originale

da , il

    Come pulire un oggetto arrugginito: consigli pratici per farlo tornare a splendere

    Un oggetto antico, di seconda mano o esposto alle intemperie realizzato in ferro capita molto spesso che sia coperto di ruggine. Se non ha corroso completamente il metallo, sbriciolandolo o spezzandolo, è possibile rimuoverla in maniera molto semplice, riportando all’originale bellezza il mobile o l’accessorio arrugginito.

    È possibile farlo in due modi, in maniera meccanica o chimica. La prima necessita di apparecchia manualità e soprattutto molti strumenti specifici, poiché bisogna eliminare con attenzione la parte ossidata senza intaccare quella metallica, segnandola o rompendola. La seconda invece è decisamente più facile e alla portata di tutti, perché si avvale principalmente di prodotti naturali (che fanno il grosso del lavoro) e olio di gomito.

    In natura, e soprattutto in casa, troviamo degli ottimi ingredienti capaci di scomporre la ruggine e che ci permetteranno di raggiungere il risultato desiderato in maniera semplice ed economica.

    Come eliminare la ruggine: quattro tecniche infallibili

    Innanzitutto, bisogna ricordarsi che è necessario proteggersi indossando guanti specifici rinforzati e se si utilizzano prodotti chimici anche di mascherina per gli occhi e il viso. Altro strumento molto importante è una spazzola adeguata, che ci permetta di togliere lo strato superficiale e di pulire in maniera efficace dopo aver passato i prodotti, come per esempio la Sit Spid, che è studiata appositamente. Altro strumento utilissimo è la carta vetrata spessa, che aiuta nel eliminare a rifinire il lavoro.

    Per quanto riguarda gli ingredienti anti-ruggine, ecco i più efficaci:

    Sale e limone

    Il sale e il limone combinati hanno un’azione molto forte contro la ruggine, in particolare l’acido citrico contenuto nell’agrume è un componente chimico molto pulente e sgrassante (può essere utilizzato anche puro). Si possono utilizzare in diversi modi: si però cospargere l’oggetto con il sale, dopodiché si passa sopra il succo di limone e si lascia agire alcune ore, fregando poi con la buccia, oppure si crea un composto creato con 3 parti di sale e 1 parte di succo di limone. Questa morbida pasta si applica sul ferro arrugginito e si lascia agire per una mezz’ora per poi essere rimossa.

    La scelta di un metodo o di un altro dipende dalla grandezza dell’oggetto e dalle forme che ha: quest’ultima tecnica, per esempio, è perfetta per gli oggetti ricchi di dettagli, come quelli in ferro battuto, o spigolosi e angolati, come gli stipiti delle porte.

    Aceto bianco

    Utilizzato in svariati modi all’interno per l’alimentazione e la pulizia, l’aceto bianco può essere impiegato anche per eliminare la ruggine. Mescolato con l’acqua, crea un mix nel quale va immerso l’oggetto arrugginito per almeno 24 ore, perciò si presta principalmente agli oggetti più piccoli, altrimenti si può spruzzare o applicare con un panno imbevuto.

    Cipolle e zucchero

    Questa tecnica è una delle meno conosciute ma una delle più efficaci: basta tagliare a metà una cipolla e sul lato tagliato cospargere un po’ di zucchero. A questo punto fregare l’oggetto con la cipolla, che grazie alla propria composizione chimica farà tornare a splendere l’oggetto in ferro.

    Patate e sapone per piatti

    Altro vegetale funzionale contro la ruggine e la patata: tagliata a metà e imbevuta di sapone per piatti nella parte tagliata deve essere appoggiata sull’oggetto incriminato e lasciata agire 2-3 ore. La parte ossidata del ferro verrà sciolta, rendendone più facile la rimozione.

    Cloruro stannoso

    Meno naturale ma molto potete è il cloruro ferrico, che come il cloruro stannoso è molto corrosivo e va usato con cautela. Sono sostanze molto corrosive, che potrebbero distruggere anche il metallo “sano”, ma sono indicati per complementi molto arrugginiti.

    Come proteggere gli oggetti

    Una volta pulito tutto, il metallo va protetto per mantenere il lavoro svolto. Un prodotto universale come il WD-40 va bene sia per lubrificare, aiuta a disarticolare gli oggetti incastrati a causa della ruggine ma anche impermeabilizzare tutte le superfici, compreso il metallo. Crea un film trasparente che riapplicato regolarmente evita la formazione della ruggine.

    Altrimenti, la vernice antiruggine è sempre un’ottima soluzione se si vuole dare una mano di colore che richiami il ferro.

    Come eliminare le macchie di ruggine

    La ruggine non solo corrode il ferro, ma macchia anche le superfici vicine o che ci entrano in contatto.

    Succo di limone, bicarbonato e alcool sono in generale le tre sostanze chiave per smacchiare le varie superfici entrate in contatto con la ruggine. Un po’ più difficile rimuoverla dai tessuti, poiché penetra nelle fibre: i prodotti specifici sono in questo caso i più indicati.

    Per quanto riguarda le piastrelle di marmo, essendo particolarmente delicate è meglio creare una miscela di acqua e sale fino e passare delicatamente, per poi risciacquare con acqua.