Mobili fatti di ruggine? Esistono (e sono anche molto costosi)

Può uno scarto diventare risorsa? Certamente sì, ce lo insegna Yuma Kano che ha creato una linea di complementi d'arredo sfruttando la ruggine naturale, la Rust Harvest.

mobili di ruggine

Siamo abituati a pensare che la ruggine sia sinonimo di corrosione e decadimento: un cancello arrugginito o dei mobili di ferro con la ruggine ci danno una sensazione spiacevole alla vista, ma il designer giapponese Yuma Kano la pensa diversamente. Con il suo tocco creativo è riuscito a fare della ruggine qualcosa di prezioso, ed ha realizzato una linea di complementi d’arredo chiamata Rust Harvest.

Rust Harvest è un progetto sperimentale di produzione di mobili incentrato sulla ruggine e sulla varietà di motivi sorprendentemente belli e complesse miscele di colori che può regalare.

Attraverso tecniche innovative Yuma Kano, classe 1988, e il suo team, sono riusciti a ”coltivare” la ruggine su lastre di metallo e di raccoglierla utilizzando la resina acrilica. Il tutto in un processo simile a un ciclo agricolo.

Poiché il materiale risultante può essere utilizzato proprio come la normale resina acrilica, questo offre possibilità illimitate per creare vari prodotti sia per l’interior design, quindi mobili, sia per la costruzione.

Ruggine, metallo e acrilico. La combinazione contrastante di materiali naturali e artificiali produce un’affascinante qualità scultorea in questi mobili di design.

Ti è piaciuto questo articolo? Segui DesignMag su Google News per non perdere una tendenza!

avatar autore

Parole di Kati Irrente

Giornalista per passione, scrive per il web dal 2008 spaziando da argomenti di cronaca e attualità alle ultime tendenze in fatto di lifestyle. Addicted del vivere green e della buona cucina, divide il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d’autore.