Come decidere il colore per i muri esterni di casa, consigli pratici

Come decidere il colore per i muri esterni di casa, consigli pratici

Consigli e suggerimenti su come decidere il colore per i muri esterni di casa

da in Colore pareti, Come arredare
Ultimo aggiornamento:

    Ecco come decidere il colore per i muri esterni di casa, consigli pratici per non sbagliare. Non tutti sanno che non sempre è possibile scegliere la tinta che più piace, soprattutto se molto accesa e vivace, perché ormai quasi in ogni Comune di residenza esistono delle norme da rispettare e che limitano molto la scelta. Chi invece ha la fortuna di abitare in un luogo dove non vi sono restrizioni a riguardo, deve comunque valutare il colore che meglio si accorda alte sfumature del paesaggio circostante. In generale le tinte chiare come il beidge, il crema e il sabbia vengono usate per aumentare la luminosità esterna dell’edificio soprattutto se è di piccole dimensioni, mentre le tonalità scure come il marrone, il bordeaux e il verde vengono usate per suggerire un’idea di contenimento.

    Altro fattore da tenere in considerazione, e che può aiutare a stabilire quale sia il colore più adatto alla propria abitazione, sono i colori gli infissi e delle persiane. Se non si ha alcuna intenzione di ritinteggiarle, infatti, è bene scegliere una pittura che si abbini bene, altrimenti si rischia di creare un contrasto troppo forte e poco gradevole alla vista.

    Si può anche scegliere di decorare le pareti esterne con trame, fantasie o disegni a piacimento. Tra le rappresentazioni più utilizzate quelle a tema marino: stelline, pesciolini, onde blu stampate su uno sfondo bianco.

    Una tecnica molto utilizzata sopratutto per la decorazione delle case turistiche, ubicate perlopiù in riva al mare.

    Un altro stile che si sta diffondendo molto, sopratutto tra gli amanti dello stile contemporaneo sono gli abbellimenti geometrici, come le righe o i quadri.

    Colori e disegni a parte, quando si decide di tinteggiare gli esterni di un’abitazione, bisogna prestare molto attenzione ai materiali scelti, che devono essere impermeabili e resistenti. Una tinteggiatura di buona qualità deve essere in grado di fornire una protezione resistente agli agenti atmosferici, allo sporco e all’inquinamento. Esistono diverse tipologie di pitture per esterni da poter valutare: pitture al quarzo, pitture ai silicati, pitture a base di calce, pitture per cemento.

    In più, si ricorda che i periodi migliori per realizzare un intervento di tinteggiatura sono quelli della primavera e dell’autunno. È meglio evitare le temperature inferiori a 5°C, evitando giornate di pioggia e vento. Anche il sole potrebbe creare dei problemi se la parete è troppo esposta ai suoi raggi.

    421

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Colore paretiCome arredare

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI