Come arredare un giardino zen in modo semplice e originale

Come arredare un giardino zen in modo semplice e originale

Ecco qualche idea e consiglio per arredare un giardino zen

da in Come arredare, Garden Design
Ultimo aggiornamento:

    Arredare un giardino zen è sinonimo di equilibrio. Gli elementi naturali che ne fanno parte devono essere predisposti in continuità. Acqua, pietre e piante sono i punti cardine per realizzare un perfetto giardino zen. Dunque ricreare l’equilibrio per raggiungere la calma e meditare. Infatti, i giardini zen, al contrario di quelli occidentali, non sono realizzati per ospitare amici, fare grandi cene, passeggiare all’aria aperta bensì per rigenerarsi, tant’è che ciascuno di essi, arredato e pensato in una maniera particolare, ha una propria funzione.

    Chi ha la fortuna di avere un grande spazio esterno può dedicarsi all’arte del giardinaggio. Tralasciando i classici giardini, dove spesso troviamo elementi rustici e antichi come vecchi lavabi in pietra, vogliamo approfondire la conoscenza dell’arte orientale. Tutti, ormai, sanno cosa sono i giardini zen, normalmente concepiti nella mente come piccole superfici ricoperte di sabbia e pietre predisposte, da tenere in casa, o grandi costruzioni di garden design che appartengono tipicamente agli scenari dei paesi d’Oriente. Ebbene, è possibile realizzare e arredare un bel giardino zen anche a casa vostra. Ciò che dovrete fare sarà ritrovare l’equilibrio degli elementi cardine dell’arte della meditazione: acqua, pietra e piante. Nient’altro? No, nient’altro, perché la filosofia zen è basata proprio sull’essenzialità, sulla semplicità e la purezza del corpo e degli ambienti.

    Tuttavia ci sono dei complementi di arredo che possono andare a impreziosire il proprio giardino zen.

    Innanzitutto in un giardino zen non possono mancare le pietre, che possono avere cinque dimensioni (verticali alte, verticali basse, arcuate, reclinate e piatte). Elemento di design perfetto per ogni tipo di giardino è la fontana. Quelle zen si contraddistinguono per la loro essenzialità, per la linea minimal, e sono fondamentali per apportare acqua, elemento cardine di ogni giardino orientale. Se disponete di spazio a sufficienza potete optare per il laghetto, realizzato solitamente in ghiaia o in pietra. Il corso dell’acqua non deve essere né spigoloso né ricco di curve ma il più lineare possibile. se preferite potete aggiungere delle carpe e delle piante acquatiche. Per godere al meglio di questa atmosfera rilassante potete aggiungere delle panche e magari dei tavoli ma che dovranno essere assolutamente di legno. Infine, per dare luce, potete scegliere anche delle lanterne zen e delle candele senza spigoli.

    415

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Come arredareGarden Design
    PIÙ POPOLARI