Texture ovunque: ecco la nuova tendenza delle ristrutturazioni nel 2022

Il 2022 è l'anno delle ristrutturazioni che saranno all'insegna delle texture ovunque, dai tessuti alle pareti, dagli arredi alle decorazioni, per permettere di scoprire non solo visivamente ma anche col tan

da , il

    Texture ovunque: ecco la nuova tendenza delle ristrutturazioni nel 2022

    Se il 2021 è stato un anno all’insegna del ritorno alla normalità dopo gli sconvolgimenti profondi portati dal covid nelle nostre vite, il 2022 si presenta come il coronamento dei sogni e la realizzazione dei progetti che, per forza di cose, abbiamo accantonato negli ultimi dodici mesi.

    Vivendo più intensamente gli ambienti domestici, si è manifestata dentro di noi la volontà di rendere quegli spazi unici e sostanzialmente a misura delle nostre esigenze e dei nostri bisogni, oltre che dei nostri gusti estetici. Ecco perché il 2022 sarà l’anno delle ristrutturazioni che, in particolare, seguiranno dei trend ben specifici, individuati dagli esperti del settore, finalizzati a creare, attraverso il rinnovamento, atmosfere belle, piacevoli e personalizzate.

    Tra le tendenze che troveremo nelle case del 2022 sottoposte a ristrutturazione trova un posto di rilievo sicuramente la scelta di applicare texture dappertutto, sostituendo i colori pieni e semplici con trame dai toni vivaci e dalle forme più varie.

    Il 2022, l’anno delle texture da toccare

    Nel 2022 non ci saranno più le pareti semplicemente dipinte con un solo colore, piatto e privo di movimento. Il nuovo anno sarà l’anno delle texture e delle superfici da scoprire non soltanto con gli occhi ma anche con il tatto.

    È già da tempo, infatti, che le industrie del settore si sono adoperate per creare materiali da conoscere con le dita, capaci di rendere unico ogni ambiente pur non comportando spese eccessive per i proprietari di casa.

    Le texture saranno presenti attraverso i rivestimenti, le carte da parati, che nel 2022 avranno il sapore dell’Antica Grecia, le stampe 3D e le pitture decorative, nonchè sui tessuti e sugli elementi strutturali di arredi e accessori. Con la loro corposità materica andranno a prendere il posto di quelle superfici lisce che hanno fatto da padrone finora, ponendosi come una vera e propria novità e come un’opportunità per chi vuole una casa veramente al passo coi tempi.

    Come saranno le texture del 2022?

    Le texture del 2022 saranno quelle che simulano i mattoni o che vogliono replicare l’aspetto dello stucco veneziano, del cemento o del marmo.

    Le carte da parati presenteranno motivi geometrici sui quali saranno percepibili al tatto linee di colore, come se quelle trame fossero state dipinte direttamente su quei supporti cartacei.

    Si faranno largo sempre più spesso i pannelli a parete 3D che i designer adottano per i progetti più moderni e contemporanei a replicare le boiserie di un tempo.

    Non solo le pareti, però, saranno interessate dalle texture. Anche i tessuti si comporranno di trame strutturate in diverse colorazioni, alcune delle quali ispirate ai colori più in voga nel periodo, come il verde oliva o il Pantone 2022, il Very Peri.

    Si prediligeranno i metalli grezzi, il legno naturale preferibilmente patinato e la pietra viva, nell’ottica di portare un po’ di natura, attraverso la sua consistenza tattile, all’interno dell’abitazione.