Tavoli Maisons du Monde 2022: stile industrial, pezzi speciali e design stondato

Il catalogo 2022 di Maisons du Monde ci offre tantissime soluzioni originali in fatto di tavoli: industrial, tondi, ovali, lineari o elegantissimi; senza contare gli allungabili e i pezzi speciali che diventano protagonisti del living.

mesa de comedor extensible de 6 a 10 personas color grigio antracite 150 220 cm 1000 6 26 138811_4

Il tavolo da pranzo è il fulcro della vita sociale di una casa, secondo solo al divano. Per questo merita un ruolo da protagonista in un living: importante in uno spazio di grandi dimensioni, salvaspazio ma allungabile in un ambiente più contenuto, dalle forme arrotondate per una stanza di medie dimensioni. I tavoli Maisons du Monde possono soddisfare queste e molte altre esigenze, anche legate al gusto, data l’ampia gamma a disposizione in catalogo. Seguiamo le tendenze di interior design 2022 con i tavoli Maisons du Monde.

Tavoli Maisons du Monde rotondi, ovali, stondati: no agli angoli!

tavolo da pranzo per 6 persone in marmo nero larg 145 cm 1000 14 28 209743_1

Foto Maisons du Monde

Un tavolo rotondo ha molti pregi: la chiacchierata democratica, come ci insegna Re Artù, la capacità di offrire un grande piano d’appoggio senza occupare troppo spazio, la possibilità di essere inserito al centro dell’ambiente e la totale assenza di angoli, per un design armonioso, ma anche privo di pericolosi spigoli.

I tavoli rotondi di Maisons du Monde sono per tutti i gusti: dal design classico, che ricorda il famoso Tulip, di modelli come Circle, o come Lippa in un raffinatissimo marmo nero; fino all’estro ricercato di Riverside, con piano in vetro sbiancato; passando poi per l’immancabile stile industrial di Compass, in legno di mango e ghisa.

Ma Maisons du Monde propone anche altre alternative prive di spigoli, molto affascinanti: tavoli ovali come l’Origami in legno biondo o stondati come il nordico Spring, con legno chiaro e piano bianco, o l’importante Andersen in sheesham massiccio.

Tavoli Maisons du Monde in stile industriale

tavolo da pranzo stile industriale in massello di mango e metallo 8 10 persone 200 cm 1000 4 20 110351_8

Foto Maisons du Monde

Lo stile industrial è un must per gli arredi Maisons du Monde, insieme al vintage. Perché è uno dei gusti che più ha spopolato negli ultimi anni, grazie alle linee pulite e all’incontro di materiali come il metallo e il legno, che creano connubi visivamente belli e intimamente caldi, lasciando molto spazio a sensazioni di solidità, stabilità e praticità.

Palissandre è un tavolo capace di diventare il protagonista di un living: 200 cm di lunghezza per un piano in acacia dalla forma squisitamente irregolare, che ricorda il taglio naturale del legno, proprio perché lo stile industriale, a discapito del nome e del metallo, non abbandona il nostro legame con la terra, anzi, la sua forza sta proprio nel ricordarci che siamo frutto sia del nostro progresso che della natura che ci circonda.

Malouine invece ricorda la natura grazie alle venature interne del suo piano in legno, ben visibili, mentre il taglio laterale è squadrato e lineare, con gambe in metallo piuttosto massicce e solide.

Il tavolo Magnus si alleggerisce rispetto a Malouine, grazie alle gambe snelle, mentre il piano ricorda quello irregolare del tavolo Palissandre.

Tavoli Maisons du Monde allungabili: sempre posto per gli ospiti in più

tavolo da pranzo allungabile 8 12 persone 200 300 cm 1000 0 17 140811_2

Foto Maisons du Monde

Anche tavoli con estetiche industrial o ispirate al caldo legno, possono offrire spazio in più per gli ospiti: come il tavolo Boop, in legno chiaro e piano grigio antracite o come Danube, disponibile in varie misure in ogni caso estensibili per ospitare fino a 12 persone in occasioni speciali come il cenone di Natale o i pranzi con gli amici.

Tavoli Maisons du Monde: pezzi speciali

tavolo da pranzo 4 6 persone in legno di acacia nero e metallo dorato 197 cm 1000 13 38 176133_1

Foto Maisons du Monde

E poi ci sono i pezzi unici, quelli che vogliono a tutti i costi farsi notare; quelli che si impongono per stile, per colore, per materiali e da cui poi dipende tutto il resto dell’arredo perché sono loro a dettare legge. Come il tavolo Jagger, in legno di acacia nero e metallo dorato, un incontro che già di per sé è speciale, ma che viene reso ancora più particolare dal design delle gambe, un intreccio di linee semplici ma otticamente molto interessanti. Un altro modello molto interessante è Glassy, che con le sue gambe in vetro sembra rimanere sospeso nel vuoto, con un piano irregolare in acacia massiccia che sembra impossibile poter far fluttuare in aria, ma che di fatto vola, visivamente parlando. Concludiamo con il tavolo Maisons du Monde Stockholm, in massello di legno di sheesham, lineare, pulito, ma così massiccio e solido da sembrare un pezzo unico senza soluzione di continuità. Un altro indiscusso protagonista.

Potrebbe interessarti anche

Parole di Valerio Malfatto

Valerio Malfatto, nato a Roma il 6 settembre 1995 e diplomato al Liceo Classico statale Luciano Manara. Laureato in Ingegneria Chimica all’Università La Sapienza di Roma e Laureato Magistrale in Ingegneria dei Materiali presso l’Università degli Studi di Padova. Le sue più grandi passioni sono il design e l'ecologia.