Stile di Arredamento Inglese: tante idee per arredare casa

L'arredamento in stile inglese cerca di creare tipicamente le atmosfere e il mood tipico di un cottage o di una residenza anglosassone

soggiorno con camino e stile di arredamento inglese

Foto Shutterstock | Photographee.eu

Vi piace l’arredamento in stile inglese e volete donare un tocco british alla vostra casa? Allora dovete assolutamente sapere che esistono diversi stili, tutti dal sapore anglosassone, che variano però per alcuni particolari. Stiamo parlando di: stile inglese classico, inglese contemporaneo e inglese country. Scopriamo insieme maggiori dettagli, anche perché negli ultimi tempi sono nati diverse variazioni sul tema

Come arredare casa in stile inglese


Di solito, quando si parla di arredamento stile inglese si pensa immediatamente ai mobili in legno dall’aspetto molto classico e anticato. Ovviamente questa concezione non è per nulla sbagliata, ma si possono anche aggiungere elementi contemporanei o altri dal mood decisamente più rustico come nel caso del cottage style. Ed ecco che potrete scegliere tra tre stili completamente diversi ma collegati tra loro: inglese classico, inglese contemporaneo e inglese country.

cottagecore grandmillennials 01
Foto Shutterstock | Mike Higginson

Quando bisogna decidete come arredare casa la prima cosa che bisogna chiarire è lo stile che si vuole adottare. Secondo gli interior designer, questi sono gli stili di tendenza che non passeranno mai di moda.

Ce ne sono molti e sono sempre più le persone che puntano sul moderno e contemporaneo, per una serie di comfort che di solito nello stile classico difficilmente si trova.

Ad ogni modo, se siete attaccati alla tradizioni, se vi piace il calore del legno e i dettagli anglosassoni, allora un arredamento in stile inglese è quello che fa per voi. Già chiarito che ci sono diverse varianti dello stile, ora bisogna solo capire quali sono i mobili e i complementi giusti.

Materiali e colori tipici

casa londinese
Foto Shutterstock |sirtravelalot

Prima di iniziare vogliamo, però, immediatamente parlarvi di colori. Gli arredi british sono tutti molto semplici, ovvero sono realizzati in legno, solitamente di frassino, o tinti di color crema o panna. Detto questo, gli unici modi per dare un po’ di colore alla vostra casa sono quello di giocare con i tessuti, quindi con le varie tappezzerie di sedie, divani e con le tende, o posare su alcune pareti della carta da parati.


L’ingresso dovrà assolutamente avere una cassettiera o consolle con maniglie particolari e curve e ovviamente un bello specchio con cornice dorata e dal mood pregiato. La cucina dovrà essere molto grande, ovviamente sempre in linea con i vostri spazi, e interamente in legno. Sono ben accette anche quelle in muratura purché abbiano colori neutri.

Soggiorno in stile inglese


Ed ecco come arredare il soggiorno in stile inglese se volete realizzare un’area living in stile anglosassone. Il salotto stile british sarà la zona più ricca, quella caratterizzata da una serie di elementi, talmente tanti da farlo sembrare sempre pieno, anche quando non c’è nessuno. Immancabile sarà un bel divano Chesterfield.

soggiorno con arredamento in stile inglese ottocentesco vittoriano
Foto Shutterstock | PinkyWinky

La zona studio è d’obbligo e qui saranno da privilegiare mobili in legno scuro. La camera da letto sarà allo stesso modo arricchita con elementi british, magari quelli tipici dello stile vittoriano ma se non volete che sia troppo ricca di complementi potete giocare con la carta da parati, che ovviamente non occupa alcuno spazio.

In bagno, infine, inserite degli elementi antichi, come una credenza da utilizzare come mobile per i teli e date un’occhiata anche a come realizzare il giardino in stile inglese perfetto.

Ti è piaciuto questo articolo? Segui DesignMag su Google News per non perdere una tendenza!

avatar autore

Parole di Kati Irrente

Giornalista per passione, scrive per il web dal 2008 spaziando da argomenti di cronaca e attualità alle ultime tendenze in fatto di lifestyle. Addicted del vivere green e della buona cucina, divide il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d’autore.