Nuovo bonus elettrodomestici 2024: sarà davvero molto conveniente

Arriva un nuovo Bonus elettrodomestici per aumentare il numero di apparecchi ad alta efficienza energetica nelle case degli italiani. Come funziona?

Al vaglio del Governo c’è un nuovo incentivo per spingere i cittadini a rinnovare gli elettrodomestici scegliendo modelli di classe energetica elevata.

Al momento si trova ancora nel mondo delle idee un nuovo Bonus elettrodomestici anche se la Lege ipotizza che possa essere inserito nella Legge di Bilancio 2024. Un contributo che verrebbe sicuramente apprezzato dai contribuenti. Cambiare gli elettrodomestici significa consumare di meno e pagare bollette meno onerose.

Sarebbe il momento giusto per riqualificare dal punto di vista energetico gli apparecchi di casa. Lavatrice, lavastoviglie, frigo, forno, al momento il risparmio sull’acquisto è concesso unicamente con il Bonus mobili e grandi elettrodomestici. Una detrazione del 50% che viene accettata, però, solo a fronte di una ristrutturazione dell’immobile. Il nuovo Bonus, invece, dovrebbe essere specifico per la spesa di acquisto di apparecchi ad alta efficienza energetica. Scopriamo qual è la struttura che potrebbe avere.

Il Bonus elettrodomestici in arrivo nel 2024

Diminuire i consumi e alleggerire le bollette, ecco l’obiettivo del Bonus elettrodomestici che potrebbe essere inserito nella Manovra 2024. La proposta della Lega risale al 2 febbraio 2023 e finalmente potrebbe essere giunto il momento della nuova misura.

Il contributo per l'acquisto degli elettrodomestici
Il contributo per l’acquisto degli elettrodomestici (Designmag.it)

Il Bonus prevede che dal 2024 e per tutto il 2025, i cittadini possano richiedere un contributo pari al 30% della spesa di acquisto di un elettrodomestico ad alta efficienza energetica che ne sostituisca uno vecchio. Il limite massimo dell’incentivo per ogni elettrodomestico sarebbe di 100 euro. La soglia sale a 200 euro in caso di famiglie con ISEE sotto i 25 mila euro.

Condizione necessaria, dunque, è lo smaltimento contestuale di un apparecchio obsoleto tramite riciclo. Inoltre sarà necessario comprare specifici elettrodomestici con una precisa classe energetica e migliori rispetto a quelli da rottamare.

Il Bonus verrebbe concesso acquistando

  • lavatrici e lavasciuga di classe non inferiore alla A,
  • lavastoviglie di classe non inferiore alla C,
  • frigoriferi e congelatori di classe non inferiore alla D.

Il contributo permetterà un risparmio entro i 100 o i 200 euro, dunque, permettendo a tante famiglie di poter finalmente sostituire un vecchio elettrodomestico dai consumi elevati. L’utilità è indubbia, ma occorre capire se il Bonus elettrodomestici verrà realmente inserito già nella Legge di Bilancio 2024. Dovremo attendere ancora qualche settimana. Solo allora scopriremo altri dettagli della misura e la modalità di richiesta. Al momento, ribadiamo, per ridurre la spesa c’è il Bonus mobili se contestualmente si sono eseguiti lavori di ristrutturazione sull’immobile.

Impostazioni privacy