La libreria che vorremmo avere nel nostro soggiorno

Icona del design scandinavo, il sistema modulare String è uno scaffale modulare che permette di creare la libreria perfetta per ogni esigenza.

libreria string

Foto Shutterstock | Dreamprint

È la libreria String a dominare la classifica delle tendenze 2022 per quanto riguarda l’arredamento del soggiorno. In effetti avere in casa questa vera e propria icona del design scandinavo permette di arredare con stile, semplicità ma anche tanto stile!

Creata nel 1949 dall’architetto svedese Nils Strinning, la libreria String è, per la precisione, uno scaffale da parete che fa parte di un più ampio sistema modulare che consente di creare dei ripiani multiuso in base alle proprie esigenze.

Infatti, per la sua estrema versatilità, questa libreria di design è amata ancora oggi dagli interior designer che ne apprezzano le linee essenziali e le doti funzionali. La libreria string, insomma, è bella sì, ma è anche pratica! E il bello è che si adatta a qualsiasi stile di arredamento classico o moderno, dal minimal all’industriale.

Allora potete collocarla in soggiorno e trasformarla in una libreria da parete dove esporre così la vostra collezione di libri. Oppure potete appenderla in camera da letto per poggiarvi sopra tutto quello che vi viene in mente, dalla cornice in argento al vaso portafiori, dal porta incenso alle candele profumate.

Ma anche in cucina la libreria String darà il suo meglio, ad esempio potrete tenere in ordine i vostri ricettari preferiti o posizionare piccoli vasi di erbe aromatiche o altre piante decorative.

Insomma, gli scaffali da parete modulari String sono più di semplici mensole, sono il complemento d’arredo ideale per arricchire ogni ambiente di casa con eleganza e sobrietà, in perfetto stile nordico scandinavo.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per passione, scrive per il web dal 2008 spaziando da argomenti di cronaca e attualità alle ultime tendenze in fatto di lifestyle. Addicted del vivere green e della buona cucina, divide il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d’autore.