Le 10 sedie di design più famose, la classifica

Ecco la classifica delle 10 sedie di design più famose di tutti i tempi, complementi di arredo che sono considerate delle vere e proprie opere d'arte e che hanno caratterizzato la storia delle sedute di design nel mondo.

sedie design famose

Foto Shutterstock | Africa Studio

Ecco la classifica delle 10 sedie di design più famose al mondo. Da semplice elemento d’arredo, la sedia è concepita come un oggetto di design capace di caratterizzare, con le sue forme e i suoi colori, lo stile degli spazi circostanti. Proprio per questo motivo i più famosi designer, nel tempo, hanno trasformato queste classiche sedute in oggetti artistici, che hanno fatto la storia dell’arredamento.

Allora diamo un’occhiata alle 10 sedie di design più famose di tutti i tempi, vere e proprie opere d’arte che sono dei capolavori unici.

Sedia rossa e blu di Gerrit Thomas Rietveld

Red Blue Chair Gerrit Rietveld
Foto Shutterstock | Roman Belogorodov

La Sedia Red and blue dell’olandese Gerrit Thomas Rietveld fu progettata nel 1917 ed è oggi esposta al Museum of Modern Art di New York. L’architetto Theo van Doesburg la definì una “scultura astratta-realistica per gli interni delle nostre case future”.

L’utilizzo dei colori primari e delle forme squadrate rendono questa che è una delle sedie di design più famose al mondo un pezzo unico e inimitabile, destinato a perdurare nel tempo con uno stile che si merita l’appellativo di classico.

Sedia Thonet N 14

Sedia Thonet N 14
Foto Shutterstock | MAXSHOT.PL

La sedia Thonet N 14 è un vero classico del design. La sua forma leggera si esprime nella curvatura del legno a vapore, che la rende una sedia dall’aspetto essenziale ma di stile. Lo schienale e le gambe posteriori prendono forma da un pezzo unico di legno. Semplice, versatile e sempre attuale, è considerata il primo esempio di industrial design.

Disegnata da Michael Thonet nel 1860, la n. 14 è nota come la sedia da bistrot per antonomasia. Minimalista per l’uso del materiale e per il numero di pezzi che la costituiscono, solo sei, questa sedia è il risultato di una ricerca tecnologica durata quasi vent’anni.

Tulip Chair di Eero Saarinen

Tulip Chair Eero Saarinen
Foto Knoll

La sedia Tulip è stata realizzata nel 1955 da Eero Saarinen per Knoll e rappresenta la prima espressione di design organico per arredare gli interni. La sedia, senza gambe, è costituita da un piedistallo circolare in alluminio e dalla scocca in fibra di vetro.

Nel tempo la poltroncina disegnata dall’architetto finlandese è diventata l’icona di un’epoca, tanto da entrare, dal 1966, anche nella sala di comando USS Enterprise, l’astronave della serie tv Star Trek.

Sedia Plastic Vitra di Charles Eames

Sedia Plastic di Vitra
Foto Vitra

La sedia Plastic di Charles Eames per Vitra è la prima sedia in plastica prodotta in serie. Le sue linee morbide e i materiali innovativi la rendono una seduta dal design ricercato ed estremamente comoda.

Nata nel 1950, la Dining Height Side Chair Wood Base (DSW), Charles e Ray Eames combinarono la scocca di forma organica a un basamento in legno a quattro gambe che conferisce a questo classico pezzo di design un certo calore e un aspetto casual.

Poltrona LC1 di Le Corbusier

lc1 le corbusier cassina
Foto Cassina

Più che una sedia è una poltroncina che oggi è inclusa nella collezione di design del Museum of Modern Art di New York. LC1 di Le Corbusier, stupisce per la sua rigorosa forma cubica, fu disegnata nel 1928 ed esposta al Salon d’Automne di Parigi del 1929.

La famosa poltroncina 1 Fauteuil dossier basculant di Cassina con struttura in metallo cromato resta ancora oggi uno dei pezzi più significativi del design moderno e una delle sedie di design più famose al mondo. Particolarità di questa sedia di design è la possibilità di inclinazione dello schienale.

Sedia Wassily Modello B3 di Marcel Breuer

Poltrona Wassily by Marcel Breuer
Foto Shutterstock | Roman Belogorodov

La Sedia o Poltrona Vasilij, conosciuta anche come sedia Modello B3, fu disegnata e realizzata da Marcel Breuer nel 1925 per Knoll. Anche nota come poltrona Wassily perché fu creata per l’appartamento del pittore Wassily Kandinsky, esponente di spicco del Bauhaus, si distingue per i materiali utilizzati, tubi di acciaio piegato, e per i metodi di produzione.

Ispirandosi al telaio di una bicicletta e alle teorie costruttiviste del movimento De Stjil, Breuer ha ridotto all’essenziale la forma della classica sedia da club. Leggera, sofisticata e dalle linee pulite, è un vero e proprio pezzo di storia del design moderno, perfetta per arredare il salotto.

Sedia Paimio di Alvar Aalto

Paimio sedia 41 Alvar Aalto
Foto Shutterstock | Thomas Hernandez

La poltrona Paimio disegnata da Alvar Aalto e dalla moglie Aino Maria, anche nota come Sedia 41, fu realizzata nel 1930 e fa parte della collezione permanente del MoMA di New York e del Design Museum di Helsinki. Questa che è entrata nella lista delle sedie di design più famose al mondo si distingue per la sua linea sinuosa realizzata con il legno di betulla curvato. Una sedia di design, confortevole per il massimo del benessere.

Sedia sacco di Zanotta

sedia poltrona sacco zanotta
Foto Shutterstock | Pavel Malitskyi

Bean bag chair Zanotta o più semplicemente Sedia Sacco di Zanotta, è stata un’invenzione che ha conquistato il mercato mondiale, per la sua capacità di personalizzare con stile gli ambienti, pur non trascurando comfort e relax. Il complemento ideale per il soggiorno in stile pop.

Questa sedia di design progettata nel 1968 dai designer Piero Gatti, Cesare Paolini e Franco Teodoro come estremizzazione del concetto di ergonomia e di adattamento degli oggetti alle esigenze del corpo, che cominciò ad essere particolarmente in voga proprio in quegli anni.

Sedie Ghost di Philippe Starck per Kartell

sedie Kartell modelli Victoria Ghost e Louis Ghost
Foto Kartell

Victoria Ghost è una delle sedie Kartell di design nata dalla mente di Philippe Starck, ha linee classiche, lo schienale è arrotondato e ricorda la forma degli antichi medaglioni mentre la seduta è lineare e geometrica.

Nella variante con braccioli si chiama Louis Ghost, e si ispira allo stile barocco della poltroncina Luigi XV. Un prodotto di grande carisma e personalità che si inserisce con eleganza e versatilità in ogni tipo di ambiente.

Sedia Barcelona di Mies van Der Rohe

poltrona vintage barcelona

Tra le sedie di design più famose al mondo c’è quella di Mies van Der Rohe che presenta al mondo la splendida sedia Barcellona nel 1929. Un elemento dallo stile ricercato con materiali di fredda eleganza e imbottiture capitonnè.

avatar autore

Parole di Kati Irrente

Giornalista per passione, scrive per il web dal 2008 spaziando da argomenti di cronaca e attualità alle ultime tendenze in fatto di lifestyle. Addicted del vivere green e della buona cucina, divide il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d’autore.