In pochi lo sanno, ma basta pochissimo per rovinare il piumone | Evita questi errori

Lavare un piumone in casa può essere una buona idea per risparmiare, ma bisogna fare attenzione agli errori per evitare di rovinarlo: ecco cosa c’è da sapere in merito

Come in tantissimi sicuramente già sapranno, lavare il piumone a casa può essere un’ottima idea per evitare di spendere una bella cifra in lavanderia; esistono, però, svariati errori da non fare per evitare di rovinarlo: ecco cosa c’è da sapere in merito all’argomento in questione.

Com’è noto, il piumone è amatissimo durante la stagione fredda dal momento che consente di stare caldi anche durante le sere più fredde. Prima di rimetterlo sul letto, però, è molto importante lavarlo con cura rispettando le caratteristiche del piumone ovvero, tenendo presente il tessuto.

Lavare il piumone non è mai stato così semplice: ecco come fare per evitare errori

Esistono, infatti, svariati piumoni in commercio e ognuno di questi presenta caratteristiche diverse, ad esempio, alcuni sono fatti di piuma d’oca, altri sono sintetici ed altri ancora, invece, sono composti da fibre di bambù. Se si decide di lavarlo, però, è bene ricordare che ognuno di questi deve avere un lavaggio ad hoc per evitare errori e non rischiare di rovinarlo.

Nel momento in cui si decide di lavare il piumone, ci sono alcune cose importanti da sapere per evitare di commettere errori. Anzitutto, il piumone andrebbe lavato una volta all’anno, ovvero nel momento in cui è necessario comunicare ad utilizzare coperte più leggere.

Lavare il piumone è molto facile, ma attenzione agli errori
Ecco come lavare il piumone senza errori Designmag.it

Se la scelta ricade sul lavaggio del piumone a casa è necessario tenere presente un paio di cose. Anzitutto, è bene valutare la capienza della lavatrice, il cestello, infatti, dovrà avere una capacità di circa sette chili. Poi, è bene leggere con molta attenzione l’etichetta per mettere in atto i giusti consigli, ad esempio, quelli relativi alla temperatura.

Se in in casa si ha un piumone sintetico allora è bene utilizzare un detergente liquido ed adatto ai materiali sintetici. Solitamente, la temperatura da selezionare è di trenta gradi e la centrifuga non più di ottocento giri così da eliminare l’acqua in più. Per far asciugare il piumone, l’asciugatura all’aperto è quella più indicata.

Se, invece, in casa si ha un piumone ecologico allora in questo caso è necessario adoperare un lavaggio delicato. Inoltre, è importante anche prestare attenzione al detergente, questo, infatti, dovrà essere neutro, mentre la temperatura si dovrà aggirare attorno ai trenta al massimo quaranta gradi.

Impostazioni privacy