Dipingere i mobili: i 5 errori che si commettono solitamente

Dare nuova vita a un vecchio mobile non è mai stato più semplice di così! Scopriamo tutti i segreti per dipingere i mobili e farlo (bene) in poco tempo

errori dipingere mobili

Foto Shutterstock | StockLite

Quando si vuole dipingere i mobili bisogna fare grande attenzione e seguire tecniche precise. Infatti ci sono degli errori che si commettono solitamente perché non tutti sanno come verniciare un mobile perfettamente. Alcuni si fanno prendere dalla fretta mentre altri sono semplicemente convinti di fare bene, ma questo non è sempre vero. Leggete la nostra guida su come dipingere i mobili e cambiare colore alla scrivania o all’armadio senza fare errori. Scoprite con noi i 5 errori più comuni che si commettono quando si vuole dipingere un mobile e la giusta soluzione per evirarli.

Vediamo insieme più nel dettaglio questi errori, per evitare di commetterli, anche se avete intenzione di dipingere e trasformare i mobili Ikea.

Non levigare il mobile prima di tingere

Come decapare un mobile shabby chic
Foto Shutterstock | Anna Chavdar

Ci sono tanti prodotti in commercio che promettono che non c’è bisogno di levigare, sverniciare o ripulire un vecchio mobile da pitturare con le vernici. Non credeteci, perché levigare un mobile da restaurare è il primo passo da compiere per fare un lavoro ad arte e riverniciarlo come desiderate. Procedete con calma, perché si tratta di un’operazione di pulizia che serve anche se volete decapare un mobile per renderlo in stile shabby. Eliminate la vernice precedente con carta vetrata o un raschietto.

Non pulire la superficie prima della verniciatura

mano che carteggia legno con spazzola
Foto Shutterstock | Sannikova Maria

Usate una spazzola per rimuovere i residui dopo la levigatura. Usate anche dei panni ma lasciate stare quelli che rilasciano dei fili del panno stesso, perché avete bisogno che la superficie del vostro mobile antico o moderno sia assolutamente liscia. Altrimenti, quando andrete a ri-dipingere in bianco o con vernici colorate di tendenza, troverete degli antipatici nonché antiestetici filamenti.

Non utilizzare un primer per mobili

uomo dipinge un tavolo in legno
Foto Shutterstock | Piyawat Nandeenopparit

Mai sentito parlare del primer per mobili in legno? Si usa anche per rinnovare i mobili da giardino, dopo il carteggio. In tanti non lo usano ma questo è un prodotto tipico che bisogna utilizzare quando si decide di tinteggiare un complemento di legno o una porta, o muro. Per far sì che l’operazione finale sia perfetta e durevole, acquistate uno o più barattoli di primer. Stendetelo sulle superfici che intendete trattare dopo averle carteggiate e pulite. Dopo averlo fatto asciugare, dipingete con la vernice scelta, vedrete che il colore si attaccherà con facilità e ci vorranno poche mani.

Dipingere male un mobile per la fretta

mobile di legno vernciato a pennello
Foto Shutterstock | Lia_Russy

Quelli che non ne sono capaci, stendono una o più mani di pittura in un tempo piuttosto scarso e sperano che tutto vada bene. Niente di più sbagliato. Dopo aver fatto tutte le operazioni dette in precedenza, bisogna stendere la prima mano di pittura con un rullo o un pennello. Sceglietelo in base alla grandezza della superficie da trattare. Tra una mano e l’altra di vernice bisogna attendere tra le 6 e le 8 ore. Dopo aver terminato potete rinnovare l’arredo con le vostre sedie ridipinte molto cool.

Non applicare la protezione

#DEVA_ALT_TEXT#sedie dipinte in colori pastello
Foto Shutterstock | 9Air

Dopo aver proceduto a rinnovare il mobile in legno con nuovi colori c’è ancora un passaggio da fare. Infatti, per poter conservare perfettamente l’opera realizzata bisogna sigillare il tutto e in questo caso si usa una protezione, che è un lucidante o una lacca, che serve per evitare scheggiature e graffi.

Ti è piaciuto questo articolo? Segui DesignMag su Google News per non perdere una tendenza!

Parole di Kati Irrente

Giornalista per passione, scrive per il web dal 2008 spaziando da argomenti di cronaca e attualità alle ultime tendenze in fatto di lifestyle. Addicted del vivere green e della buona cucina, divide il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d’autore.