Vetro sporco della stufa a legna, pellet o termocamini: i metodi giusti per farlo tornare nuovo

Per avere un’ottima prestazione anche il vetro della stufa deve essere pulito: con questi rimedi ritorna trasparente e ti godi l’atmosfera.

Nettamente in ritardo rispetto ai suoi classici tempi, il freddo sembra aver raggiunto gran parte della nostra penisole, e, seppur non si parli ancora di temperature bassissime, in molte case si sono già accesi camini, stufe e termosifoni, per cercare di mantenere confortevole l’ambiente domestico e non solo.

Ovviamente, con i tempo che corrono non possiamo di certo dimenticare quanto costi averli accesi praticamente tutto il giorno. Proprio per questo, sarà importantissimo non solo usarli con parsimonia, ma soprattutto bisognerà cercare di massimizzare il loro effetto e per ottenere questo, pulizia e manutenzione periodica non devono mai mancare. La pulizia non riguarda soltanto i termosifoni, che in genere sono gli strumenti più utilizzati in inverno, ma sarà importantissimo prendersi cura anche della propria stufa, soprattutto se dotate di vetro, come quelle a legna o a pellet.

Stufa a pellet o a legno, prima di accenderle è importante pulire anche il vetro: ecco come fare!

Negli ultimi anni, probabilmente anche per un costo nettamente inferiore rispetto al gas, le stufe a pellet, a legna e i termocamini stanno andando per la  maggiore. Infatti, sono tantissime le persone che decidono di installarle in casa, ammortizzando i costi nel giro di qualche mese. Ovviamente, esattamente come i termosifoni anche queste stufe necessitano di una pulizia periodica e in modo particolare sarà del vetro che bisognerà occuparsi.

come pulire il vetro della stufa
Basterà davvero poco per pulire il vetro della stufa (Designmag.it)

La pulizia del vetro della stufa non è necessaria solo per una questione estetica, visto che a lungo andare diventerebbe completamente nero, ma pulirlo è importante soprattutto per una questione di sicurezza. Infatti, più tempo lo si lascia sporco e più c’è il rischio che anche le guarnizioni si rovinino. In questo modo si metterà al rischio la propria salute, ma si andrà a disperdere anche il calore. Come fare allora per pulirlo? Vediamo alcuni metodi pratici:

  • Detersici specifici: questa è ovviamente l’idea più rapida, ma dietro ad ogni singolo prodotto c’è comunque un costo non indifferente, fortunatamente ci sono anche alternative economiche;
  • Cenere: in una bacinella si dovrà mettere dell’acqua tiepida, a questo punto dopo aver bagnato un foglio di giornale si dovrà mettere sopra una manciata di cenere. A questo punto si dovrà passare sul vetro e lasciare agire qualche minuti. Infine, risciacquare ed asciugare;
  • Ammoniaca: in un flacone spray si dovrà miscelare metà quantità di acqua e metà di ammoniaca, spruzzare sul vetro e pulire;
  • Aceto di vino bianco: esattamente come per l’ammoniaca anche in questo caso si dovrà preparare uno spruzzino con metà acqua e metà aceto, vaporizza, pulire ed asciugare;
  • Bicarbonato di sodio: non poteva di certo mancare l’asso nella manica di tutti noi. In una ciotola si dovrà creare una crema con acqua e bicarbonato, stenderla sul vetro e dopo averla fatta agire si potrà sciacquare ed asciugare.

Con questi trucchi il vetro della stufa non sarà mai più nero e il risparmio è assicurato.

Impostazioni privacy