Come usare il Pantone 2022 nell'interior design

Come si fa ad arredare con Very Peri, Pantone 2022? In grande, dedicando al colore un'intera parete, o con maggiore discrezione, usando qualche dettaglio nell'arredamento. Parola di esperti.

very peri design

Foto Shutterstock | Anna Mente

oto Shutterstock | Anna Mente
Da quando è stata resa nota la notizia che Very Peri è il colore Pantone 2022, il mondo dell’interior design è in subbuglio per inserire la nuovissima tonalità nell’arredamento dell’anno prossimo.
La nuance di viola, del resto, sembrerebbe essere stata definita dagli esperti come perfettamente adatta agli ambienti domestici, con il suo carattere audace ma rilassante, vivace e a tratti tranquillo. È una fonte di energia, ma riesce a calmare e confortare. Aggiunge, inoltre, sempre a quanto dicono gli addetti ai lavori, una grande grinta al design di uno spazio.
Ma come si fa a inserire armoniosamente il Very Peri in un interno già esistente? Gli esperti si sono espressi e hanno decretato che esistono due vie: pensare in grande o farlo in piccolo. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Very Peri grande protagonista

Se si vuole dare al Very Peri uno spazio ampio, facendolo diventare l’assoluto protagonista della stanza, la soluzione più semplice è ricoprire una o più pareti con della pittura o della carta da parati in questa tonalità.
La scelta è adeguata agli ambienti più intimi, come la camera da letto o il bagno, perché è capace di vivacizzare l’ambiente senza alterare l’atmosfera rilassante che deve essere creata in quelle stanze.
L’abbinamento può essere effettuato con toni neutri o, per i più audaci, con colori complementari come il verde acqua o il verde salvia, tonalità che pare sarà particolarmente apprezzata nel 2022.

Il Very Peri nei dettagli

Chi preferisce introdurre il Very Peri nell’arredamento senza osare troppo, può compiere piccoli passi in questa direzione, magari utilizzando elementi discreti che creino giusto qualche accento di colore nella stanza.
La biancheria da letto potrebbe essere un’idea, ma anche il rivestimento della testiera può essere facilmente realizzato in questa tinta.
In alternativa si può procedere anche semplicemente con i complementi d’arredo quali tappeti, cuscini, coperte, vasi, lampade e altri piccoli elementi che non creano grandi impatti visivi nel design generale di una stanza.

Parole di Maria Laura Leo

Laureatami a Bari in Architettura nel 2014, dall'anno successivo esercito la libera professione di architetto in provincia di Matera. Sono redattrice freelance per diverse testate giornalistiche e scrivo articoli su tematiche inerenti l'architettura e il design, attività che mi consente di abbinare l'oggetto del mio lavoro alla mia passione per la scrittura.