Ogni volta che accendi il camino la casa si riempie di fumo? Con queste dritte ti godrai il calore senza puzza

Non nei puoi più del fumo che invade la casa ogni volta che accendi il camino? Ti basta seguire questo semplicissimo consiglio!

Non c’è niente di meglio del camino in inverno per rendere l’atmosfera più che magica a casa. Il crepitio del legno che brucia, infatti, restituisce un’idea del tutto genuina di calore, intimità e anche affetto difficile da replicare con una stufa. E anche se negli ultimi anni le stufe a pellet hanno ricreato un po’ questa idea di familiarità, il camino resta imbattibile e ha un suo fascino immortale.

Nelle più importanti case aristocratiche e borghesi, infatti, si trovava sempre un camino quasi in ogni stanza per riscaldare gli ambienti. E anche se ora è quasi assente in tutte le case, piacerebbe alla maggior parte delle persone avere un camino a casa, malgrado comunque non sia sempre semplice la sua manutenzione.

Per quanto, infatti, piaccia l’idea di sorseggiare un calice di vino o leggere un buon libro accompagnanti dal dolce suono del legno, ci sono dei fastidi non da poco da sottovalutare e uno di questi è sicuramente la casa che si riempie di fumo se non ci accende il camino bene. Insomma, non proprio il massimo. Ma con queste dritte potrai dire addio al fumo in tutta casa una volta per tutte!

Camino e fumo in casa: ti basta accenderlo così per risolvere questo fastidiosissimo problema

Specialmente se si è alle prime armi, può capitare di non avere la giusta domestichezza e così il fumo ha la meglio in un momento in cui il relax dovrebbe farla da padrona. Come fare allora per risolvere il problema? Il segreto è accendere il fuoco dall’alto. Siamo abituati, infatti, per evitare fiamme troppo alte o improvvise, ad accendere il camino partendo dal basso, in realtà però questa azione all’apparenza innocua è soltanto controproducente.

Come accendere il camino
Il segreto è accendere il camino dall’alto – Designmag.it

Meglio quindi accendere sempre il camino dall’alto e lasciarlo bruciare verso il basso, come se fosse una candela, per avere un fuoco caldo e avvolgente sì, ma senza fumo. In questo modo, infatti, la combustione procederà più lentamente e in maniera più controllata. Ma non solo. I gas generati dalla combustione fluiscono attraverso la fiamma calda bruciando quasi del tutto senza creare fumo.

C’è anche un altro aspetto però da tenere in considerazione: la legna. Per un alto potere calorifico, una maggiore facilità di combustione e di taglio, e l’assenza quasi totale di fumo, è meglio scegliere tra questi alberi:

  • Frassino;
  • Faggio;
  • Betulla;
  • Rovere;
  • Carpino;
  • Acero;
Impostazioni privacy