Italy Sotheby’s International Realty apre a Milano il primo showroom dedicato al real estate

Ha aperto a Milano, nel cuore del quadrilatero della moda, il nuovo showroom di Italy Sotheby’s International Realty che ripercorre la storia del design del '900 attraverso i pezzi pù iconici

da , il

    Italy Sotheby’s International Realty apre a Milano il primo showroom dedicato al real estate

    Italy Sotheby’s International Realty, leader nel settore immobiliare di lusso, apre il primo showroom del real estate a Milano, in via Gesù 5. Un club per accogliere i propri ospiti nel cuore del Quadrilatero meneghino, vetrina sul mondo delle proposte più esclusive nella moda, nel design e nell’arredamento.

    Un omaggio a Milano e al design del ’900

    Il nuovo spazio, con un progetto di interior realizzato dall’Architetto Emilio Scarano, si trova all’interno dello storico Palazzo Bagatti Valsecchi, oggi Museo e un tempo casa di due fratelli con la passione per il collezionismo che alla fine dell’Ottocento trasformarono la loro abitazione in uno dei primi esempi di design milanese. Per rendere omaggio alla storia del Palazzo e della città, capitale del design, il nuovo showroom di Italy Sotheby’s International Realty accoglie ospiti e visitatori in un ambiente privato che ripercorre il passato attraverso pezzi di arredamento che hanno fatto la storia del design del ‘900. Per chi è in cerca di nuovi spunti per arredare la propria casa, questo showroom è il posto giusto.

    «Lo spazio, che affaccia con ampie ed eleganti vetrine sulla via, rappresenta una novità per Italy Sotheby’s International Realty, che ha sempre privilegiato una presenza discreta se pur all’interno di palazzi storici, come Palazzo Gondi a Firenze, Palazzo Odescalchi a Roma e Palazzo Borromeo a Milano – ha commentato Clemente Pignatti Morano, Managing Partner di Italy Sotheby’s International Realty. La scelta di via Gesù, in Palazzo Bagatti Valsecchi, è dunque volta ad agevolare il dialogo con amici e clienti sulle proprietà più esclusive del Belpaese e non solo.»

    Accanto agli elementi di arredo progettati da Scarano, si potranno ammirare l’iconico divano D70 disegnato da Osvaldo Borsani per Tecno, il monumentale tavolo Valmarana di Carlo Scarpa e altri complementi di grandi maestri del design del Novecento, come la “Leggera” di Gio Ponti, le celebri luci di Tito Agnoli prodotte con O-Luce, le sedie di Charles e Ray Eames e il Coffee Table del danese Poul Kæjrholm.

    «A Milano, perché “Milano è la cosa più italiana d’Italia”, diceva Gio Ponti, ed è qui che Italy Sotheby’s International Realty – ha concluso Clemente Pignatti Morano – vuole rimarcare il legame tra design e buon vivere, in continuità con la storia del brand, aprendo uno spazio ibrido tra club, abitazione e negozio, un luogo di dialogo e di progettualità, un ambiente aperto e leggero, sia nelle forme che nella sua funzione, in cui ognuno si senta libero di immaginare la casa dei suoi desideri.»