Come richiedere un mutuo prima casa: la guida

La richiesta di un mutuo per l'acquisto della prima casa può sembrare un'operazione complessa, che necessita di tanto tempo, soprattutto per coloro che si affacciano per la prima volta nell'ambito dei grandi finanziamenti.

da , il

    Come richiedere un mutuo prima casa: la guida

    Avere delle nozioni basilari è fondamentale per superare qualsiasi dubbio o ostacolo relativo alla scelta della tipologia di mutuo da richiedere e all’istituto su cui affidarsi per richiedere il primo mutuo online. Ecco perché abbiamo riassunto tutte le principali informazioni da conoscere per apprendere quali sono i requisiti e gli elementi fondamentali per richiedere il finanziamento della “vita”.

    Requisiti e documenti fondamentali per un mutuo

    Prima di procedere con l’analisi dei requisiti e dei documenti fiscali, è bene ricordare di controllare le agevolazioni disponibili per richiedere un mutuo più vantaggioso. Le agevolazioni possono essere dedicate per i giovani, per i dipendenti pubblici, per l’acquisto della prima casa ma anche per altre tipologie di casi.

    Il confronto tra i numerosi istituti di credito è fondamentale, perché permette di scoprire tutte le maggiori proposte disponibili sul mercato, sia a tasso fisso che a tasso variabile, e comprendere quali sono le offerte di mutuo online più adatte alla propria condizione economica.

    Ma come funziona un mutuo? Per prima cosa, è necessario individuare l’istituto di riferimento, che può essere la banca in cui si è già clienti o un altro istituto di credito. Tutti, a prescindere se si è un nuovo cliente o uno già acquisito, devono svolgere un’analisi di fattibilità e sancire la propria disponibilità per fornire il credito necessario.

    Durante l’analisi di fattibilità si analizzano i requisiti del mutuario, in particolare il reddito e la situazione finanziaria.

    I requisiti per richiedere un mutuo

    Anche se la tipologia di requisiti può variare da istituto a istituto, in generale i requisiti da rispettare per ottenere un mutuo sono i seguenti:

    • Avere almeno 18 anni;
    • Essere cittadino/a italiano/a, cittadino europeo con residenza in Italia o cittadino straniero residente in Italia da almeno 3 anni;
    • Avere una situazione economica e patrimoniale stabile, che permette di rimborsare il mutuo nel corso degli anni.

    La capacità di rimborso del mutuo è un elemento valutato durante la verifica istruttoria, l’attività attraverso cui le banche accertano che il richiedente sia in grado di restituire l’importo concordato e nelle tempistiche previste.

    Per poter analizzare la situazione patrimoniale del richiedente, gli istituti di credito richiedono specifici documenti, come:

    • Documenti che attestano la situazione lavorativa dell’individuo, come il CUD e l’attestato di anzianità di servizio, l’atto di iscrizione all’albo, il Modello Unico.
    • Il certificato di nascita;
    • Il certificato di stato civile o l’atto di matrimonio;
    • Il certificato di divorzio o separazione (se necessario);
    • Un certificato di nascita;
    • I documenti relativi all’immobile da acquistare come la planimetria, l’atto d’acquisto e il certificato di abitabilità.

    Fondo di Garanzia mutuo prima casa: come funziona

    La Legge 30 dicembre 2021 n.234, “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2022 e bilancio pluriennale per il triennio 2022-2024“, ha prorogato fino al 31 dicembre 2022 il Fondo di Garanzia Mutui per la prima casa, riferito alla garanzia pubblica dell’80%.

    Più precisamente, il fondo agevola il rapporto tra il richiedente e la banca di riferimento attraverso una garanzia pubblica sul mutuo per l’acquisto della prima casa. La gestione del fondo e la valutazione dei requisiti spettano alla Consap, che analizza tutti gli elementi fondamentali per poter accedere al fondo e per procedere con la richiesta del mutuo con la controgaranzia dello Stato Italiano.