Come pulire la stufa a pellet: breve guida facile e veloce

Per permettere alla propria stufa a pellet di funzionare bene occorre sapere come pulire i componenti nella maniera corretta

tecnico alle prese con la pulizia della stufa a pellet

Foto Shutterstock | Minerva Studio

In questo articolo vediamo insieme come pulire la stufa a pellet per mantenerla sempre in perfetta efficienza. Infatti la manutenzione e la pulizia costante di una stufa a pellet è necessaria affinché funzioni sempre al meglio.

Ricordate che la pulizia della stufa a pellet è molto importante e va fatta con una certa frequenza. Infatti trascurarla significa avere in casa una stufa che produce più scarto e va a a sporcarsi più in fretta.

Quante volte pulire la stufa a pellet

uomo carica con pellet una stufa
Foto Shutterstock | Reflexpixel

Cominciamo con il dire quante volte occorre pulire la stufa a pellet. Dipende dalla frequenza di accensione. Se la tenete accesa ogni giorno, allora la pulizia andrà eseguita anche ogni giorno per alcune parti.

In particolar modo la pulizia ordinaria va fatta se consideriamo il vetro, il braciere o il cassetto in cui viene raccolta la cenere di combustione.

Mentre ci sono altre parti che possono essere pulite una volta a settimana, ad esempio la camera di combustione. In genere potete leggere le specifiche di pulizia all’interno del libretto di uso e manutenzione della vostra stufa.

Quali sono i pro e i contro delle stufe a pellet? Diciamo che quelle di ultima generazione hanno un pro importante, la funzione di pulizia stufa. Questo vuol dire che solo premendo un bottone, a fine uso, l’impianto si pulisce da solo.

Tenete presente, però che ci sono degli interventi di pulizia che vanno fatti annualmente, soprattutto per quanto riguarda lo scarico dei fumi, che è meglio lasciare a tecnici specializzati. Ricordate, quindi, di mettere in agenda la pulizia della vostra stufa a pellet a fine stagione.

Come pulire la stufa a pellet

stufa a pellet e miscela di pellet in barattolo di vetro
Foto Shutterstock | Matt Becc

La pulizia della stufa a pellet si esegue su diversi componenti, anche quotidianamente. È il caso del vetro sporco di fuliggine, che potete pulire con un panno umido dopo aver pulito l’interno.

Ovviamente la pulizia deve essere svolta a freddo. Per quanto riguarda il cassetto di raccolta della cenere e polveri, e la camera di combustione, potete usare un aspirapolvere.

Aprite gli sportelli con il vetro per arrivare alla camera di combustione, togliete il deflettore e il braciere, aspirate. Aprite il cassetto della cenere, aspirate spazzando la cenere con uno scopino o un pennello.

Rimontate i componenti e passate il panno umido, sciacquandolo più volte, sul vetro e all’esterno della stufa.

Pulizia straordinaria

tecnico ha riparato stufa a pellet con nocciolino
Foto Shutterstock | Minerva Studio

Per quanto riguarda la pulizia straordinaria della stufa a pellet che riguarda il condotto della cenere, la camera dello scambiatore di calore, i condotti di scarico dei gas ed la pulizia della canna fumaria, vi suggeriamo di farla svolgere da personale esperto.

Ad ogni modo, se volete procedere, fatelo così, ma ricordate che se insorgono problemi non potrete richiedere alcuna garanzia. Quindi, per pulire il condotto della cenere smontare il serbatoio e aspirate con cura anche rimuovendo la fuliggine.

Potete pulire lo scambiatore di calore togliendo il braciere (dopo aver staccato la spina dalla corrente elettrica). Infine pulite la canna fumaria anche nel caso di stufe a pellet senza canna fumaria, con le apposite spazzole.

Ti è piaciuto questo articolo? Segui DesignMag su Google News per non perdere una tendenza!

avatar autore

Parole di Kati Irrente

Giornalista per passione, scrive per il web dal 2008 spaziando da argomenti di cronaca e attualità alle ultime tendenze in fatto di lifestyle. Addicted del vivere green e della buona cucina, divide il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d’autore.