A Parigi il Club Silencio da Mulholland Drive, cult del regista David Lynch

Apre a Parigi un club esclusivo, il club Silencio, pensato e "disegnato" dal famoso regista David Lynch in omaggio al luogo rappresentatodal lui stesso nella pellicola cult Mulholland Drive

da , il

    Apre a Parigi un club esclusivo, il Club Silencio, pensato e “disegnato” dal famoso regista David Lynch in omaggio al luogo rappresentatodal lui stesso nella pellicola cult Mulholland Drive. Sul palco del club si esibiva, nella finzione, la misteriosa Rebekah Del Rio con il suo hit Llorando (trasposizione in spagnolo di “Crying” di Roy Orbison). Il Silencio si trova al numero 142 di rue Montmartre, cuore della vita notturna parigina, e occupa i locali dalle stamperie che diedero alla luce il “J’accuse” di Emile Zola. Il locale si propone come un laboratorio creativo in cui tutte le arti si incontrano, un luogo dedicato allo scambio e alla scoperta: oltre allo spazio dedicato alla musica e ai concerti ci sono un bar, un ristorante, una libreria e una piccola sala cinematografica.

    Struttura, ambienti, mobili e luci rimandano allo stile visionario di Lynch, che ha lavorato fianco a fianco con il designer Raphael Navot, lo studio di architettura Enia e il light designer Thierry Dreyfus.

    Gli interni sono di ispirazione anni ‘50 e il regista si è paragonato a un architetto o a un designer, visto che “sente” prima degli altri quello che accadrà in una pellicola.

    Vista così dunque, la progettazione di questo locale a Parigi, non può essere che la naturale conseguenza di un estro particolarmente dotato, che rerca di riprodurre l’idea di un luogo di incontro culturale ma anche leggero, stimolante ma anche misterioso.

    Un interior design che promette atmosfere incantate, affascinanti, quasi surreali; per regalare viaggi speciali di una sera fin dentro la finzione così conturbante e ormai reale di un film, prima di tornare alla vita di tutti i giorni.