Torna di moda il radiatore svedese: un'ottima alternativa per risparmiare moltissimo in bolletta

radiatore svedese

cos'è il radiatore svedese e perché usarlo - designmag.it

Cos’è il radiatore svedese e perché potrebbe essere un’alternativa al classico impianto? Il risparmio è garantito, ecco perché!

Oltre ai classici radiatori presenti in quasi tutte le abitazioni del nostro paese, è possibile riscaldare casa anche in un altro modo. Sicuramente sai che per ottenere un ambiente caldo è possibile usufruire anche dei camini o delle varie stufe, esiste però un metodo ancora più vantaggioso poco conosciuto in Italia: il radiatore svedese. Per chi non lo sapesse, il radiatore svedese è uno dei metodi di riscaldamento più consigliati per sostituire il classico impianto di riscaldamento a gas, ma come per tutte le cose esistono dei pro e dei contro anche per questo tipo di termosifone.

Il termosifone svedese, quindi, non è collegato alla caldaia, ma funziona grazie all’elettricità. Il radiatore quindi è elettrico e può essere istallato in ogni stanza. Quali sono le caratteristiche principali di questo prodotto? Innanzitutto è affidabile e sicuro, è ottimo per un risparmio energetico e, inoltre, è pratico sia nell’istallazione che nella manutenzione. Come funziona il radiatore svedese?

Radiatore svedese, come funziona e perché sceglierlo al posto del classico termosifone

Per poterlo mettere in azione il procedimento è davvero molto semplice: non dovrai fare altro che fissare al muro il radiatore, attaccarlo ad una presa di corrente e il gioco è fatto. Non ha bisogno quindi di pompe di calore o collegamenti ai vari impianti idrici o gas naturale. Tra i vantaggi di questa tipologia di termosifone c’è la temperatura: un radiatore raggiunge gli 80 gradi e non secca in alcun modo l’aria presente in casa.

radiatore svedese

cos’è il radiatore svedese e perché usarlo – designmag.it

Se scelto di qualità il risparmio sarà più che evidente, questo perché anche se attaccato alla presa di corrente potresti ottenere dei vantaggi rispetto ad una spesa affrontata con l’impianto a gas. Puoi scegliere il tipo di radiatore che preferisci purché sia adatto alla metratura della stanza da riscaldare. Con gli ultimi modelli in commercio, inoltre, hai la possibilità di collegare i radiatori ad un’applicazione dello smartphone per gestire con estrema facilità i vari programmi e avere sempre tutto sotto controllo.

L’unico svantaggio del termosifone svedese è che potrebbe non essere adatto a tutte le abitazioni: è fondamentale vivere in un ambiente ben isolato, quindi con materiali coibentati per evitare un’eccessiva dispersione del calore. Inoltre, è doveroso sentire il parere di un tecnico esperto prima di procedere con l’acquisto: i radiatori svedesi essendo attaccati alla corrente potrebbero richiedere un aumento di potenza del contatore. 

avatar autore