Tenda della doccia in lavatrice: cosa non deve mai mancare per un lavaggio impeccabile e senza danni

Lavare la tenda della doccia in lavatrice può essere una valida opzione ma affinché sia perfetta è necessario usare un ingrediente specifico. 

La prima cosa da fare per poter determinare la possibilità o meno di procedere in questo senso è sicuramente quella di leggere scrupolosamente le indicazioni di lavaggio e la composizione della tenda. Alcuni materiali sono completamente plastici, altri meno. Quindi bisogna capire la direzione da intraprendere in questo senso per evitare danni.

Il lavaggio della tenda è essenziale, questa infatti non accumula solo acqua e residui di sapone ma anche tutto ciò che viene eliminato dal corpo e quindi residui di pelle morta e altri elementi organici. Per questo motivo vuol dire che di fatto non è sicuramente priva di pericoli. Andrebbe ovviamente lavata ogni volta dopo l’uso, almeno passando velocemente il getto d’acqua e poi lasciando la finestra del bagno aperta per evitare la formazione di condensa e muffa.

Tenda della doccia in lavatrice: solo con questo strumento

Nella vita quotidiana questo non avviene e per questo è indispensabile rintracciare un metodo utile, veloce e pratico, per poterla lavare senza dover perdere tanto tempo. Le tende vanno rimosse e igienizzate con cadenza regolare. Se non trattate diventano un covo di germi e batteri e possono essere anche molto pericolose per la salute.

tende doccia lavatrice non deve mai mancare per un lavaggio impeccabile
Tende della doccia, come evitare danni in lavatrice (designmag.it)

Prima di inserirla in lavatrice bisogna obbligatoriamente rimuovere gli anelli, per quelle tipologie che sono dotate dei ganci esterni, ovviamente se la tenda li ha incorporati questo non si può fare. Se possibile immergerli a parte in una bacinella con acqua calda e detersivo per i piatti, non usare lo sgrassatore che tende a ingiallire. L’ideale sarebbe lavare la tenda in lavatrice ma non direttamente quindi utilizzando un rivestimento per tamponare i danni. Le opzioni sono varie. Si può avvolgere in un asciugamano da bagno spesso e lungo, si può infilare nelle lenzuola oppure si può comprare un’apposita retina come quella per l’intimo ma più grande e collocare al suo interno la tenda. Questo passaggio è fondamentale altrimenti la plastica si rovina in modo irreversibile.

Le tende di plastica non vanno asciugate in lavatrice, vanno rimesse a posto e fatte asciugare in sede. Quelle di tessuto possono essere invece adoperate nell’asciugatrice ma occhio alla temperatura. Per quanto riguarda invece quelle molto sottili il consiglio è di eseguire i passaggi come per quelle di plastica perché non disperdono acqua. Resta l’alternativa del lavaggio a mano, sicuramente molto più stancante ma che evita problemi e non rischia di rovinare le tende. In alcun modo queste vanno posizionate direttamente all’interno del cestello della lavatrice senza una protezione laterale. Non sono le tende da appendere in casa ma fatte di materiali che anche dopo un solo lavaggio possono risultare compromessi per sempre.

Impostazioni privacy