Tappeto per la cameretta dei bambini: la guida per sceglierlo

Tondo o rettangolare, lavabile o a pelo corto, colorato o neutro, come scegliere il tappeto più adatto alla cameretta dei vostri bambini

da , il

    Tappeto per la cameretta dei bambini: la guida per sceglierlo

    I tappeti per bambini hanno un ruolo di primo piano nell’arredamento della cameretta, perché oltre ad essere un elemento decorativo, possono rappresentare anche un elemento funzionale, un accessorio sul quale i più piccini possono stendersi e giocare godendo di una superficie calda e comoda.

    In commercio si trovano tappeti di ogni tipo, dalle forme e dai colori bizzarri e allegri, capaci di trasformare la cameretta in uno spazio nel quale l’allegria e il divertimento la fanno da padrone.

    Scegliere la forma in base alle dimensioni della stanza

    Quando si sceglie il tappeto per la cameretta dei bambini, bisogna considerare forma e dimensioni. Che sia quadrato, tondo o rettangolare, l’importante è che il tappeto risulti proporzionato alle dimensioni della cameretta. Attenzione, contrariamente a quanto si può pensare, un tappeto di dimensioni ridotte rischia di rimpicciolire la stanza!

    tappeto forme cameretta
    Foto Shutterstock | Photo Design

    Per quanto riguarda le forme, non ci sono limiti alla fantasia, ma è bene considerare lo spazio in cui il tappeto deve essere collocato. Un esempio? In una stanza stretta e lunga, scegliete un tappeto rettangolare, mentre i tappeti quadrati o rotondi sono perfetti da collocare al centro della stanza.

    I colori più originali

    Veniamo ora alla scelta del colore, fondamentale per donare atmosfera e carattere alla cameretta dei bambini. Addio rosa e azzurro, è tempo di dare spazio a nuove nuance di colore per una stanza allegra e irriverente.

    tappeto colori cameretta bimbi
    Foto Shutterstock | Photographee.eu

    I toni caldi, come il rosso e il giallo, danno una sferzata di energia alla camera, mentre i toni freddi, come il blu e il verde, conferiscono un tono rilassante alla cameretta. Impossibile sbagliare con le tonalità neutre, come il beige e il bianco, che si abbinano perfettamente a qualsiasi stile di arredamento.

    I materiali più adatti per le camerette

    Che la camera dei bambini possa trasformarsi in un vero e proprio campo di battaglia, non è un mistero. Tra pastelli, giocattoli, pongo e tempere, il rischio di macchiare il tappeto è notevole. Per questo motivo, vi consigliamo di optare per tappeti con tessuto lavabile, ad esempio in PVC, per permettere ai vostri bambini di giocare in libertà.

    tappeto materiali cameretta
    Foto Shutterstock | Oksana Kuzmina

    Ma il tappeto può essere anche un luogo dove rilassarsi, sfogliare libri illustrati e ascoltare storie avvincenti. E allora non si può che scegliere un tappeto morbido, magari a pelo corto, o intrecciato con fibre naturali, una vera e propria coccola per i vostri bambini.

    Tappeti interattivi per bambini piccoli

    Labirinti da percorrere, mondi da esplorare, figure di fantasia, numeri che rimbalzano, i tappeti-gioco sono il fiore all’occhiello di una cameretta da sogno per bambini.

    tappeto gioco cameretta
    Foto Shutterstock | Juliya Shangarey

    Non solo arredano la cameretta con originalità, ma permettono ai vostri bambini di giocare in sicurezza su una superficie morbida e confortevole. In commercio, ce ne sono moltissime tipologie, in grado di stimolare il gioco e la curiosità dei vostri figli, a seconda delle diverse fasce d’età.

    Tappeti per la cameretta dei ragazzi

    I bambini crescono e con loro cambia anche la cameretta. Da luogo di giochi e divertimento, la camera si trasforma in un’oasi di privacy e tranquillità, dove studiare, chattare con gli amici e ascoltare musica.

    tappeto ragazzi cameretta
    Foto Shutterstock | New Africa

    Dai colori vivaci dell’infanzia, si passa a tonalità più fredde o neutre, come il blu, il beige, il grigio e così via. Allo stesso modo, i tappeti lavabili lasciano spazio a modelli più morbidi e confortevoli, magari intrecciati con fibre naturali, o persino artigianali.