Sedie come nuove, con pochi passi le sistemi, ma la differenza la fa un dettaglio

Ecco come sistemare le tue sedie, con pochi semplici passi le rendi come nuove, ma la differenza la fa il dettaglio. 

La sedia rimane forse uno degli oggetti della casa in cui è possibile fare un lavoro di restauro senza troppa fatica. Bastano pochi semplici passi per rendere una sedia diverse, personale e come se fosse nuova. La differenza la fa il dettaglio perché questi elementi di arredamento, anche se sembrano molto semplice, delle volte possono essere molto variegati e pieni di piccoli dettagli interessanti. Una parte che sicuramente ha il suo fascino, soprattutto nelle sedie più vecchie è sicuramente l’imbottitura, una parte fondamentale per una seduta comoda e confortevole.

Imbottire una sedia è un compito facile per gli amanti del fai da te. Chi intende restaurare una sedia potrebbe essere costretto a sostituirne l’imbottitura, ed è qui che bisogna cacciare gli attrezzi da lavoro adatti per questo lavoretto. Le sedie più vecchie sono molto simili nella loro struttura, con il “ripiano” dell’imbottitura che è abbastanza semplice da staccare rispetto al resto del telaio. Infatti è stato pensato apposta per queste situazioni di restauro e modifica. In questo modo potremmo cambiare il colore della tela e successivamente anche quello del legno, con il telaio libero della sua parte centrale.

Sedie come nuove

Bastano pochi elementi per rifare l’imbottitura della propria sedia. Pannello di compensato da 10 mm di spessore e dal diametro e forma della sedia. Il pannello occorre solo se bisogna rifare anche la seduta. Cuscinetto di materiale sintetico espanso spesso 30-40 mm. Gommapiuma spessa 20 mm. Fiocchi di ovatta, la quantità giusta per riempire la vostra imbottitura. Stoffa di cotone e fodera nuova. Ovviamente questo è solo uno dei diversi metodi che abbiamo a disposizione, misure e materiali possono variare.

Come restaurare una sedia in modo facile e veloce
Restauro di una vecchia sedia (designmag.it)

Prima di eseguire una determinata operazione bisogna verificare le condizioni generali della sedia. Infatti capire se la struttura è ancora solida e se vale veramente la pena fare solo un imbottitura nuova o altri piccoli lavoretti. Seguendo dei semplici passi sarà facile però eseguire il lavoro con cura.

Partiamo con il ricoprite la base con un cuscinetto di materiale espanso piuttosto rigido capace di occupare lo spessore di 30-40 mm. Per ottenere la classica forma bombata dell’imbottitura presente in sedie d’antiquariato, bisognerà incollare al cuscinetto appena fissato, un unico pezzo di gommapiuma spesso circa 20 mm. Al pezzo di gommapiuma andranno a loro volta incollati i fiocchi di ovatta. Durante il fissaggio ricordatevi di esercitare una certa pressione per conferire all’imbottitura non solo l’eventuale forma bombata ma anche la giusta consistenza e morbidezza. A questo punto si potrà procedere con la realizzazione di un rivestimento preliminare con tessuto di cotone. Questo rivestimento dovrà essere fissato (anche mediante una spillatrice a muro) nella parte inferiore del sedile. Il rivestimento dovrà essere ben teso così da compattare lo strato di ovatta. L’opera si conclude con l’applicazione della fodera che ricoprirà interamente il rivestimento in cotone.

Il bello di questa operazione è che abbiamo davvero molto possibilità di scelta. Scegliendo il colore del tessuto infatti, possiamo davvero rendere diverse e nuove le nostre sedie e dare un tocco più personale a tutta la nostra casa. Molte sedie vecchie hanno un design e una cura al dettaglio che vale la pena salvare e rimettere a nuovo. Un piccolo lavoretto che ci permette così di personalizzare in piccoli passi l’arredamento della nostra casa.
Impostazioni privacy