Parquet in cucina come Alessia Marcuzzi? Sì, ma attenzione alla scelta

Parquet in cucina come in quella di Alessia Marcuzzi

Parquet in cucina come in quella di Alessia Marcuzzi, ma attenzione alla scelta che fate (DesignMag.it)

Alessia Marcuzzi ha optato per una cucina moderna dalle linee essenziali e dai colori neutri ma impreziosita dal parquet: impariamo a scegliere quello giusto!

Molti pensano, erroneamente, che il parquet sia un materiale troppo delicato per utilizzarlo come pavimentazione della cucina. Per quanto questo sia parzialmente vero – in effetti il legno è meno resistente della ceramica – è comunque possibile utilizzarlo in cucina a patto di avere delle piccole accortezze nella scelta del materiale ma anche nella posa e nella combinazione con materiali differenti.

Per quanto riguarda la scelta del materiale, è bene precisare che non si può risparmiare sul parquet della cucina, proprio in virtù della grande usura a cui questo materiale andrà necessariamente incontro. Per questo motivo bisognerà rinunciare assolutamente ai laminati, cioè ai listoni di parquet che presentano solo un rivestimento di legno nobile spesso pochi millimetri. 

Il motivo è che, se per qualche sfortunato incidente, la superficie di un listone dovesse graffiarsi o macchiarsi, non sarà possibile rimuovere un piccolo spessore di legno per far emergere quello nuovo sottostante. Optando per un parquet in legno massiccio di almeno 4 mm, sarà invece possibile fare quest’operazione e mantenere il parquet come nuovo per molti anni.

Colori, materiali e posa del parquet in cucina

Per quanto riguarda i colori, la scelta più gettonata negli ultimi anni è il rovere, un colore né troppo chiaro né troppo scuro che si sposa perfettamente con ambienti arredati in stile moderno, proprio come la cucina di Alessia Marcuzzi.

scegliere parquet cucina alessia marcuzzi

Il parquet si abbina benissimo a ogni stile di cucina – designmag.it

Anche i colori più scuri possono risultare una scelta intelligente, perché nascondono meglio dei colori chiari eventuali macchie d’acqua o di altre sostanze. Di certo, un parquet chiaro è quello che mostrerà più di tutti i segni dell’usura, ed eventuali piccoli danni.

Per quanto riguarda invece la posa, è necessario optare per la posa a colla, cioè la posa tradizionale del parquet, evitando la posa di parquet flottanti. Il motivo è che il parquet flottante viene semplicemente appoggiato e incastrato sul pavimento sottostante, quindi tende a gonfiarsi e flettere con il passare del tempo, provocando molti scricchiolii che potrebbero risultare fastidiosi. Questo problema si verifica molto spesso soprattutto negli ambienti in cui si accumula molta umidità come appunto in cucina, quindi è meglio prevenirlo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alessia Marcuzzi (@alessiamarcuzzi)

Una buona soluzione per evitare un usura eccessiva del parquet consiste nel combinare i materiali per realizzare una pavimentazione ad hoc. La scelta più saggia consiste nel creare zone piastrellate nelle zone dove si prevede di camminare o di sostare di più, per esempio lungo la linea della cucina in corrispondenza del tavolo. 

avatar autore

Parole di Olga Luce