Pareti divisorie in tessuto la nuova tendenza

La tendenza degli ultimi anni nelle case moderne sono le pareti divisorie in tessuto, che disegnano un paesaggio fluido, variabile in base alle esigenze. Scopriamo come cambiano le configurazioni degli ambienti con le pareti in tessuto!

Modern,Green,And,Purple,Minimalist,Abstract,Bathroom,With,Decorated,Wooden

Negli ultimi anni il concetto di casa e di vivibilità è cambiato e si adattato alle esigenze dei tempi moderni, belli, entusiasmanti, ma anche tanto frenetici. Per favorire i passaggi negli ambienti si tende quindi a ridurre le barriere, sostituendo alle porte e alle pareti in muratura le pareti in tessuto, ottimi divisori, e soprattutto facili anche da spostare da una stanza all’altra.
Versatili e meno impegnative di una parete in muratura, le pareti divisorie in tessuto sono certamente più solide e resistenti di una tenda e offrono grande flessibilità ovunque.
Con questo sistema è facile organizzare sia spazi grandi che spazi ridotti, senza intervenire con soluzioni drastiche e costose. Non solo, sono anche molto belle e scelte in colori e texture speciali sono addirittura sorprendenti e scenografiche.

Sempre più richieste le pareti divisorie in tessuto

Soluzione di design di sicuro effetto, le pareti divisorie in tessuto stanno spopolando e sono sempre più numerosi i privati e i professionisti che le scelgono sia per ambienti domestici che per arredare con gusto ed eleganza i luoghi di lavoro.
Alle pareti in tessuto, declinate anche a porta a soffietto, in base alle esigenze, si possono abbinare le nuance di ultimo grido di quinte tessili sotto forma di tende maxi nello stesso ambiente per separare gli arredi. Le tonalità fantasiose delle tende vanno adattate ad arredi in tinta unita, o comunque in colori neutri.
L’atmosfera che si viene a creare è molto suggestiva e soprattutto a prevalere è la sensazione di ampiezza che donano i divisori in tessuto, considerati passaggi liquidi da trasformare quando serve.

avatar autore

Parole di Giusy Pirosa

Sicula doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il mio pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non temo i giudizi altrui.