I migliori barbecue a pellet per il 2021

da , il

    I migliori barbecue a pellet per il 2021

    L’estate è alle porte e la voglia di stare all’aria aperta, su un balcone, terrazzo o in giardino, si fa sentire. E con essa il desiderio di mangiare qualcosa di gustoso in compagnia. Cosa c’è di meglio del barbecue, con il quale si può cucinare la carne come le verdure e invitare gli amici mettendo tutti, ma proprio tutti, d’accordo? Molte le tipologie presenti sul mercato, tra queste i barbecue a pellet, che sta sempre più sostituendo, grazie alla sua praticità, la più classica legna.

    Molti i siti e negozi online che li propongono; in questo articolo cercheremo di capire quali sono i migliori barbecue a pellet presenti sul mercato e come orientarci nella scelta. Perché il miglior barbecue a pellet, in realtà, sarà un connubio tra le caratteristiche della casa, le nostre esigenze e il macchinario di miglior qualità.

    Perché scegliere un barbecue a pellet

    Quello che caratterizza un barbecue a pellet è la versatilità e la semplicità d’uso. Il fatto che questi due fattori riescano a stare insieme, non è da dare per scontato ed è il motivo per il quale i barbecue a pellet si stanno diffondendo sempre di più. Il pellet è un bio combustibile e si tratta, in particolare, di pezzetti di biomassa vombustibilizzata tra i 5 e i 30 mm. Il motivo per cui piace è perché è ecologico ed economico: deriva dal legno e per lo più dai suoi scarti. Gli altri vantaggi sono:

    • Pesa poco ed occupa uno spazio ridotto; i barbecue moderni contemplano solitamente un posto per lui.
    • Semplicità dell’accensione. Basta premere un tasto per accenderlo.
    • Cottura uniforme. Grazie a un termoregolatore la temperatura risulta sempre costante; questo porta a una cottura uniforme.
    • Tutte le caratteristiche della cottura a legna. I sapori sono naturali e uguali a quella delle più classiche tra le cotture.
    • Scarso residuo prodotto. Questo elemento non lo rende solo ecologico, ma anche facile da pulire.

    A questi vantaggi bisogna aggiungerne un altro particolarmente importante: grazie alla presenza della ventilazione, questo tipo di barbecue produce poco fumo, rendendolo adatto anche a un balcone o a un terrazzo. Uno sguardo alle norme condominiali sarà, sempre e comunque, una mossa vincente.

    I modelli

    Per completezza dell’informazione, segnaliamo anche uno svantaggio del barbecue a pellet: il fatto che necessiti di un’alimentazione elettrica, seppur a consumo ridotto. Tuttavia, è proprio grazie all’introduzione dell’elettricità che risulta facile da accendere e meno “fumoso”.

    Il barbecue a pellet si può trovare secondo due macro categorie: fisso (incastonabile in una cucina da esterno, ad esempio in muratura) e mobile (spostabile facilmente grazie alla presenza di rotelle). Questa seconda tipologia risulta particolarmente interessante perché consente di avere un apparecchio che si può tirare fuori all’occorrenza.

    I modelli presenti sono di tutte le misure possibili, adattabili allo spazio che avete o che preferite impiegare (tenete presente anche per quante persone intendete cucinare). Anche i materiali sono variegati: l’acciaio risulta più resistente; l’alluminio più leggero in caso di spostamento. La scelta del materiale rimane comunque personale: barbecue a pellet in acciaio esistono anche di piccole dimensioni (e ottimo confort).

    Un barbecue in pellet sarà molto apprezzato da chi avrà la gioia di condividerlo con voi, d’estate come durante le altre stagioni. Voi sarete contenti di aver approfittato del design del pellet.