Le tre tendenze di design da non perdere nel 2022

Artigianato, botanica e colori naturali: ecco quali saranno i tre punti focali del design del 2022, influenzati da tendenze social e correnti di arredamento che stanno spopolando nel mondo

artigianato botanica natura

Foto Shutterstock | Anna K Mueller

Foto Shutterstock | Anna K Mueller
Artigianato, botanica e colori naturali: ecco le tre parole chiave del design del 2022.
Che siano essi proposti sotto forma di complementi d’arredo, di carte da parati, di tessuti o di materiali, saranno questi tre temi a dominare la scena domestica a partire dal prossimo gennaio.
Con un ritorno al passato, si guarderà alle capacità artigiane, soprattutto fai-da-te, come a un bene prezioso, da valorizzare e preservare donandogli un posto di rilievo nella propria casa. La botanica entrerà nelle nostre abitazione sotto forma di tessuti a trame foliage. I colori naturali saranno riproposti attraverso materiali puri, lasciati a vista per mostrare la loro vera essenza senza alterazioni e modifiche.

L’artigianato come design sostenibile

Con una grande attenzione al tema della sostenibilità, tendenza che sta prendendo sempre più piede in tutti gli ambiti della vita quotidiana, l’artigianato troverà grande spazio nell’arredamento del 2022.
Sulla moda hanno avuto sicuramente una forte influenza le piattaforme digitali come TikTok e Pinterest, piene di immagini e video che dimostrano come si possa realizzare fai-da-te praticamente qualsiasi cosa, spendendo poco, divertendosi tantissimo e riciclando quello che si ha in casa, salvandolo spesso dalla pattumiera. In questo modo, oltre a promuovere l’artigianato in sé, si mette in atto un sistema circolare finalizzato al contenimento degli sprechi e dei danni provocati dai rifiuti all’ambiente.

La natura, con i suoi colori e i suoi elementi

Secondo la tendenza più contemporanea in fatto di arredamento, battezzata Frilufrsliv, che vuole una natura capace di insinuarsi all’interno della casa diventando un tutt’uno con essa, il design del 2022 sarà dominato dai toni, dai materiali naturali e dai pattern che la caratterizzano.
Il legno e la pietra, abbinati a tessuti come cotone e lino, avranno la meglio su materie prime sintetiche. I loro colori saranno quelli puri, privi di alterazioni, neutri e delicati, capaci di inserirsi in qualsiasi contesto stilistico senza alcuna difficoltà.
Il vero tocco di novità sul tema sarà dato, invece, dalle decorazioni a tema floreale e foliage verde intenso, che si faranno strada su tessili e complementi d’arredo, oltre che sulle pareti, sotto forma di carte da parati o di pitture e disegni murali.

Parole di Maria Laura Leo

Laureatami a Bari in Architettura nel 2014, dall'anno successivo esercito la libera professione di architetto in provincia di Matera. Sono redattrice freelance per diverse testate giornalistiche e scrivo articoli su tematiche inerenti l'architettura e il design, attività che mi consente di abbinare l'oggetto del mio lavoro alla mia passione per la scrittura.