Lampadari, solo così risparmi i soldi del tecnico: la guida fai da te per un montaggio impeccabile

Come montare un lampadario: tutti i passaggi da seguire

Montare un lampadario in modo facile e sicuro (designmag.it)

I lampadari illuminano e aggiungono stile ad ogni stanza. Montarli è più semplice di quanto si possa pensare: ecco i passaggi corretti da seguire. 

Appendere dei lampadari in un ambiente può trasformare qualsiasi stanza in uno spazio elegante e invitante: è essenziale comprendere i passaggi coinvolti in questo processo di montaggio per garantire sicurezza ed estetica.

Prima di rimuovere il vecchio lampadario, occorre assicurarsi di prendere tutte le precauzioni di sicurezza essenziali, come spegnere l’alimentazione elettrica principale e successivamente testare la corrente elettrica. Di seguito, esploriamo i fattori chiave da considerare quando si installa e seguiamo queste linee guida per ottenere un’atmosfera splendidamente illuminata e accattivante in casa.

Montaggio lampadari: la guida completa e sicura per l’installazione

Il montaggio dei lampadari è senza dubbio un processo delicato, tuttavia molti potrebbero voler affrontare il problema da soli. Per questo motivo, esiste una guida semplice ed esaustiva. Seguendo attentamente alcuni passaggi essenziali e adottando le dovute precauzioni, dopo aver acquistato il lampadario perfetto, si può montare e capire come installare in pochi semplici passaggi per completare con successo l’operazione. Quando è il momento di procedere, utilizza la seguente procedura per rimuovere il vecchio lampadario.

Come si monta un lampadario al soffitto: alcune dritte

Montare il Lampadario: i consigli giusti per fare da soli (designmag.it)

Innanzitutto occorre togliere l’energia elettrica nella stanza o nella zona della casa in cui lavori, disattivando l’interruttore principale o generale. Utilizza il tester di tensione per assicurarsi che non ci sia corrente sui cavi e smonta in sicurezza il vecchio lampadario con un cacciavite isolato. Occorre ricordarsi di controllare la corrente prima di toccare i fili, assicurandovi che non ci sia tensione utilizzando un voltmetro. Questo passaggio è fondamentale per evitare scosse elettriche.

Se stai sostituendo un vecchio lampadario, smontalo con attenzione utilizzando un cacciavite isolato e, prima di scollegare i cavi, ricontrolla che l’alimentazione sia disattivata. Dopo esserti assicurato che non ci sia corrente, procedi con il collegamento dei fili del nuovo lampadario. I tre fili principali sono:

  • Filo di fase: trasporta la corrente all’intero sistema e solitamente è marrone, ma può anche essere nero o grigio.
  • Filo neutro: blu o azzurro, utilizzato per il ritorno di corrente.
  • Filo di terra: con guaina giallo-verde, serve per collegare a terra eventuali dispersioni.

Ora puoi iniziare ad appendere il lampadario al gancio. Collega il filo di terra del soffitto con quello del lampadario, poi collega gli altri due fili, prima il neutro e poi la fase, seguendo il codice colore. Ricordatevi di collegare i cavi del lampadario ai terminali, seguendo le istruzioni riportate sulla confezione, e fate attenzione a lasciare scoperto circa 1 cm delle estremità dei cavi che escono dal soffitto per facilitare l’operazione. Utilizzare pinze e morsetti per coprire e fissare saldamente le estremità del filo.

Inoltre, se stai installando un lampadario di grandi dimensioni con più lampadine, potresti avere cavi bifase. In questo caso, collegare il secondo filo della fase a soffitto al lampadario. Se non si dispone di un secondo cavo di fase, è consigliabile chiamare un elettricista. Seguire le istruzioni fornite con il lampadario per montarlo correttamente al soffitto. Utilizzare ganci, staffe o viti fornite come indicato nelle istruzioni del produttore. Montare saldamente il dispositivo al soffitto e, se necessario, nascondere i cavi in ​​eccesso avvitando la vite sulla tazza. A questo punto avvitate le lampadine, accendete l’interruttore generale e il lampadario. Se tutto funziona correttamente, hai completato con successo l’installazione.