La regina del lusso in Europa è proprio lei: alla scoperta della Capitale dal fascino eterno

Una speciale classifica incorona la Capitale regina del lusso in Europa: non avevamo dubbi, ma siamo riusciti comunque a scoprire delle vere "follie".

Quali sono le principali città europee in termini di lusso e quante di queste sono italiane? Scorrendo una speciale classifica che è stata redatta dal portale Holidu.it, le sorprese non mancano, soprattutto per quanto concerne proprio le città italiane tra le prime dieci e quelle che pur non essendo in top ten regalano delle importanti soddisfazioni ai turisti che scelgono di visitarle.

palazzo borsa parigi

Scorrendo la classifica delle città più lussuose d’Europa, redatta tenendo conto di una serie di parametri, dai ristoranti con stelle Michelin alla presenza di negozi Rolex, resteremo sicuramente sorpresi nello scoprire che al quinto posto troviamo Roma, mentre Milano è quattro posti più giù. Invece, Napoli ricopre una posizione dignitosa grazie alla presenza di ben venti ristoranti che hanno almeno una stella Michelin, confermandosi così  capitale italiana del gusto.

La Capitale Europea del lusso è proprio lei: lo dicono tutti i parametri

Amburgo, Vienna, Barcellona, Amsterdam, Madrid: ognuna di queste grandi città europee ci regala delle suggestioni e a modo suo ci affascina per eleganza, cultura e raffinatezza. Alcune di queste città, anche in Italia, sono diventate dei veri e propri paradisi urbani, luoghi ideali dove trascorrere dei momenti di relax. Ma la classifica delle città capitali europee del lusso è praticamente cannibalizzata da due grandi città e sicuramente avrete già capito quali.

Nella classifica, al decimo posto troviamo Vienna immediatamente dietro la già citata Milano, poi risalendo ci sono Amburgo, Barcellona e Berlino. Sorprende il quinto posto di Roma, che però riesce ad essere così alta in classifica grazie a una delle strade del lusso più nota al mondo, ovvero Via Condotti. La precede, appena fuori dal podio, Madrid, mentre sul gradino più basso del podio troviamo Amsterdam.

Le città dal decimo al terzo posto hanno un coefficiente che varia tra 29 e 45, per cui vi sorprenderà sapere che Londra, al secondo posto, ha un coefficiente di ben 94, dato da alcuni elementi che la caratterizzano, come gli oltre mille saloni di bellezza. Al primo posto, con punteggio 100, c’è invece Parigi, con un’elevata concentrazione di ristoranti Michelin, boutique di moda di lusso e numerosi negozi Rolex. Il tutto spendendo una media di 127 euro a notte, contro i 94 euro di Londra.

Alla scoperta delle follie del lusso di Parigi

Del resto, chiunque abbia visitato la Capitale francese è ben consapevole che le vie dello shopping di lusso in questa metropoli sono davvero infinite: se è vero che nella nostra visita troviamo dall’alta moda ai prodotti artigianali, fino chiaramente ad arrivare a prodotti di design unici nel loro genere, è altrettanto vero che ci troveremo di fronte a mercati e boutique uniche, passando da un arrondissement all’altro. Chiaramente, a noi oggi interessa farvi conoscere quelle che sono le vie del lusso della capitale francese e il perché queste siano ritenute qualcosa di unico non solo in Europa, ma nel mondo.

A proposito di lusso, è d’obbligo un passaggio tra Champs-Elysées, Avenue Montaigne e Avenue George V, dove vengono ospitate le più grandi firme come Cartier, Dior, Gucci, e Vuitton. Place Vendome è invece famosa per la concentrazione di gioiellerie come Tiffany e Bulgari. L’alta moda si mescola con l’artigianato locale, sempre a prezzi non propriamente contenuti, se attraversiamo gallerie storiche come Galerie Vivienne e Passage du Grand Cerf. Decine di boutique, sia di grandi marchi che di sartoria francese, si trovano facilmente in altre zone della città: Saint Germain de Près e Rue du Cherche-Midi su tutte, ma anche Rue du Faubourg Saint-Honoré e Rue Saint-Honoré. Infine, il vero simbolo dello shopping parigino, adatto a tutte le tasche, sono le famosissime in tutto il mondo Galeries Lafayette, aperte alla fine dell’Ottocento e che oggi ospitano qualcosa come oltre 3.500 marchi, sia per chi intende risparmiare che per chi si trova a Parigi per un vero e proprio viaggio nel lusso. Ma qui troverete anche le ultime tendenze in materia di design d’interni e decorazioni.

Dove mangiare a Parigi, spendendo una follia

Come abbiamo detto, Parigi è la capitale del lusso anche grazie all’altissima concentrazione di ristoranti stellati Michelin: ecco dunque alcune proposte davvero folli, ovvero alcuni tra quelli che hanno ben tre stelle e un costo a persona tutt’altro che contenuto. Sfogliando il menù del ristorante dell’Hotel Le Meurice, dove lavora Alain Ducasse, lo chef più stellato al mondo attualmente con ben 14 stelle Michelin attualmente detenute e 21 conquistate in totale, resterete sorpresi dalla varietà delle portate. Due sono le proposte del menù degustazione: tre portate, formaggi e dessert a 350 euro, ovvero cinque portate, formaggi e dessert a 400 euro.

Alain Passard è invece il proprietario del ristorante tre stelle Michelin L’Arpège, ma contestualmente un appassionato musicista e sassofonista: nel suo locale, quello che costa meno è un dolce al caramello, ma spenderete comunque 46 euro per assaggiarlo. Per degustare invece una delle sue vellutate dal sapore unico, il prezzo più basso di una portata è di 80 euro. Il costo di un menù degustazione è invece di 185 euro, ben più “abbordabile”.

Possiede due ristoranti a Parigi e uno a Courchevel, Yannick Alléno, ovvero lo chef che contende a Ducasse la palma di più stellato al mondo: fino a oggi ne ha conquistate 19 di Stelle Michelin, ma rispetto al suo collega è di 12 anni più giovane. Il suo ristorante più famoso si trova a Parigi, al primo piano di Pavillon Ledoyen, uno splendido edificio neoclassico, ed è considerato tra i migliori 50 al mondo: anche lui punta tutto sul menù degustazione, con prezzi che variano tra 190 e 420 euro.

Impostazioni privacy