Fai tornare nuovi i tuoi mobili da esterno: così saranno lucidi e brillanti, ti chiederanno tutti il trucchetto

Arriva l’estate e devi dedicarti alla pulizia dell’esterno della casa? Ecco come devi pulire i tuoi mobili: saranno perfetti!

Con l’arrivo dell’estate, sempre più persone, in particolare chi ha la possibilità di arredare un piccolo spazio esterno (che sia giardino o balconcino), tendono a creare la giornata perfetta per poter riordinare il proprio angolo di Paradiso.

Da ora, e per tutti i mesi estivi che verranno, questo sarà il luogo perfetto in cui poter trascorrere la ore di ‘svago’ in compagnia di amici, famiglia o semplicemente rilassandosi da soli. A tal proposito, è bene, prima di creare tale angolo, pulire alla perfezione i mobili che sono presenti all’interno del proprio giardino.

Pulizia mobili da esterno: ecco come realizzarla

Avere dei meravigliosi mobili da esterno è ciò che tutte le persone desiderano, dopo aver acquistato una nuova casa e aver ideato un angolo di Paradiso perfetto per se stessi.

pulizia mobili esterno
Come realizzare la pulizia dei mobili da esterno (Designmag.it) – Foto di Canva

Ovviamente, in base alla grandezza dello spazio di cui si dispone, possiamo decidere cosa mettere all’interno di esso. Infatti c’è chi opta semplicemente per una sdraio o un meraviglioso tavolino e chi invece, avendo più spazio a propria disposizione, opta anche per un amaca e un gazebo.

Ma a tal proposito, vi siete mai chiesti come poter pulire tutti questi oggetti?  Tutto dipende molto dal materiale di cui sono composti. Gli oggetti, presenti in giardino, possono essere puliti in questo modo, in base alla propria composizione ed al proprio materiale:

  • Legno e materiali vegetali: ovviamente sono molto delicati, ma anche i più duraturi e costosi. Per far sì che possano durare a lungo è bene pulirli, quotidianamente, con acqua e sapone neutro. Mentre una volta al mese con olio paglierino. A differenza di altri oggetti, quelli in legno è preferibile tenerli sempre nel proprio giardino, a meno che non siano spostabili (es: sedie o tavoli). In quel caso, terminata la stagione estiva è bene riporli al chiuso.
  • Plastica: questi sono, ovviamente, i più scelti se si possiede un giardino. I motivi sono due: robustezza e costo poco elevato. Insomma, sono anche semplicissimi da lavare e in particolare possono essere utilizzati detergenti semplici e acqua tiepida per il loro lavaggio. L’unica accortezza a cui prestare attenzione è sicuramente il sole: questo potrebbe rovinare, altamente, la plastica.
  • Metallo: infine abbiamo oggetti in metallo, che sono più rari, ma non impossibili da acquistare. Il nemico principale di quest’ultimo è sicuramente la ruggine. Quindi, quando questa compare, è bene eliminarla utilizzando semplicemente della carta vetrata e dell’acqua ragia per ripristinare il colore di un tempo. Al termine, bisognerà aggiungere il colore di partenza e il gioco è fatto.
Impostazioni privacy