Doccia Walk in: ecco in che cosa consiste e quanto spazio serve per progettarne una

La doccia walk in è un sogno di molti ecco come collocarla nel nostro bagno

La doccia walk in - designmag.it

Uno degli spazi più ambiti e voluti nei bagni moderni, la doccia walk in, ecco in cosa consiste e quanto spazio serve per averne una.

I bagni sono una delle stanze che è stata più rivoluzionata negli ultimi anni. Nuovi sistemi, docce, e lavabo, tutto è molto differente ormai dai bagni delle vecchie case. Le stanze ora sono più eleganti, minimal e funzionali, con materiali talvolta di gran livello e con una cura dei dettagli maggiore. In ogni caso molti bagni sono piccoli e bisogna giocarsi al meglio i propri spazi. Una della ambizioni più recenti e che tutti vorrebbero è sicuramente la doccia walk in, ampia spaziosa e bellissima.

Ma in cosa consiste? La doccia walk in è semplicemente una doccia che non ha un ripiano o una strutta e che occupa una parte della stanza rimanendo praticamente a filo del pavimento. Grosse vetrate e enormi soffioni caratterizzano spesso queste docce che sono sempre più presenti nei bagni moderni. Belle esteticamente, Super comode e spaziose e anche più semplici da pulire, per chi ha spazio e disponibilità, le docce walk in sono ormai un “must” di ottimo bagno.

Quanto spazio serve per una doccia walk in

Prima di tutto bisogna immaginarla in un nostro bagno, ci sono diverse tipologie di doccia walk in, possono occupare tutta una porzione di una stanza, avendo quindi in pratica tre pareti, oppure solo un parte del bagno, avendo quindi 2 pareti. Basta immaginare di collocare il getto nella stanza, tracciare con un nastro adesivo le misure e vedere come ci si trova in uno spazio del genere e se è fattibile. ecco qualche consiglio per avere un idea più precisa delle possibili misure.

Ecco come realizzare una bellissima doccia walk in e in cosa consiste

Due pratici esempi di docce walk in – designmag.it

Per la doccia in nicchia, chiusa quindi tra tre pareti come si può osservare nella foto a sinistra, le misure ottimali sarebbero: 180 cm di lunghezza, 120 di vetro e 60 di ingresso. In questo modo avrete un grande porzione di spazio in cui muovervi comodamente. In questo caso sia la lunghezza che la larghezza sono un po’ condizionate dalla dimensione del vostro bagno ed è la nicchia stessa della stanza a determinare le dimensioni.

Per la doccia con muro su due lati, come si vede nella foto a destra, invece il discorso è diverso. Ottimale sarebbe un vetro di 120 cm con un piatto doccia che va dai 150 a 160 cm. Importante in questo caso anche la distanza dal sanitario, se di vuole lasciare la doccia aperta e renderla una vera walk in. Quindi sarebbe l’ideale mantenere almeno 60 cm dai sanitari della stanza.

avatar autore