Comprare casa in nuda proprietà: quando conviene veramente

Conviene davvero comprare la casa in nuda proprietà? Vediamo nel dettaglio questo tipo di investimento per capire quali sono i vantaggi.

Capita di leggere, tra gli annunci di compravendita immobiliare, di case o di appartamenti che sono venduti con la modalità della nuda proprietà. Di solito il prezzo di questi immobili è più conveniente rispetto a quelli venduti con la piena o intera proprietà. Ma conviene davvero un tale investimento?

Di seguito vediamo cosa dicono gli esperti a proposito dell’acquistare la casa in nuda proprietà, quando conviene veramente e per chi è vantaggioso questa tipologia di investimento.

Casa in nuda proprietà: ecco a chi conviene questo investimento

Facciamo una piccola premessa, e spieghiamo più nel dettaglio cosa significa comprare una casa in nuda proprietà. Quando si compra un immobile in nuda proprietà significa che il possesso di questo immobile è diviso, in sostanza tra due soggetti.

O meglio, i due soggetti si dividono i diritti di godimento di quel determinato bene immobile. Avremo quindi da un lato il nudo proprietario e dall’altro lato colui che è definito come usufruttuario.

nuda proprietà come funziona
Come funziona la nuda proprietà e a chi conviene (designmag.it)

I due soggetti hanno dei diritti diversi rispetto al bene immobile. E cioè il nudo proprietario che ha acquistato il bene detiene il diritto di proprietà sull’immobile, ma non può godere dei frutti o dei redditi che esso produce, poiché questi spettano all’usufruttuario.

L’usufruttuario, dal canto suo, ha il diritto di godere dell’immobile e di utilizzarlo come se fosse suo, ma non ha il diritto di vendere il bene o di effettuare altre disposizioni sulla proprietà.

In sostanza l’usufruttuario può vivere nell’immobile fino alla data stabilita dal contratto. Che può essere anche precedente alla sua morte, pur se in genere chi vende con la modalità dell’usufrutto pone questa come clausola.

Il nudo proprietario non contribuisce alle spese di manutenzione del bene nel corso dell’usufrutto, e questo è vantaggioso in termini di spesa. Lo stesso può poi diventare pieno proprietario del bene al termine dell’usufrutto senza che sia necessario procedere a una successione ereditaria.

La nuda proprietà è spesso utilizzata come strumento di pianificazione patrimoniale, in quanto consente di dividere i diritti di proprietà e di usufrutto su un bene tra due soggetti diversi. In molti casi, la nuda proprietà viene ceduta a un parente o a un erede, mentre l’usufrutto viene mantenuto dal proprietario in vita.

A chi conviene comprare casa in nuda proprietà? Diciamo che chi ha bisogno immediato di una casa non può trovare nella nuda proprietà la soluzione al suo bisogno. L’acquisto della nuda proprietà è infatti da considerare un investimento a lungo termine. Tanto che spesso è una modalità usata dai genitori per acquistare un immobile per i propri figli.

Impostazioni privacy