Come scegliere i coltelli da cucina? Guida alle tipologie

Sapere come scegliere i coltelli da cucina è importante per cucinare in sicurezza e ottenere tagli perfetti per verdure, pane, dolci, formaggi, carne o pesce

set di coltelli da cucina in acciaio

Foto Shutterstock | Yarko Nataliia

Vi state chiedendo come scegliere i coltelli da cucina? Non badate al prezzo, ma alle loro caratteristiche funzionali. Infatti ogni coltello è realizzato per soddisfare delle precise necessità e non può mancare tra gli accessori per arredare la cucina. Ad esempio un coltello per tagliare il pane sarà diverso da uno specifico per la sfilettatura del pesce.

Come scegliere i coltelli da cucina per ogni esigenza

che usa i coltelli da cucina su un tagliere
Foto Shutterstock | Dario Toledo | Come scegliere i coltelli da cucina

Diciamo che se state cercando dei coltelli professionali li potete scegliere in vari materiali come acciaio inox o ceramica, con lama liscia o seghettata. I manici possono essere in legno, in osso o in plastica. Tutti hanno pregi e difetti, di seguito vediamo le principali tipologie di coltelli e a cosa servono.

  • Coltello da Chef: è il più versatile e serve per affettare, sminuzzare, tritare e fare a cubetti gli alimenti. Per sapere come tagliare le verdure, le tecniche e i coltelli più adatti vi suggeriamo di leggere l’approfondimento di ButtaLaPasta al link indicato.
  • Coltello a lama seghettata: serve per affettare il pane e permette di non schiacciare il cibo, ottimo anche per tagliare torte glassate, crostate.
  • Spelucchino: serve per sbucciare e pelare le verdure o la frutta.
  • Coltello da formaggio: se a lama corta e forma di goccia si usa per scavare le forme di grana, se ha i buchi sulla lama è usato per i formaggi a pasta molle. Quello classico serve a tagliare formaggi stagionati.
  • Santoku: è un coltello giapponese impiegato per tagliare, sfilettare e disossare, tutto in un unico accessorio.
  • Coltello per sfilettare il pesce: ha una lama flessibile per togliere con facilità la carne dalla lisca del pesce.
  • Coltello per disossare la carne: ha una lama sottile e molto affilata che permette di recuperare la polpa raschiandola dalle ossa senza spreco.

Ovviamente per avere sempre un ottimo risultato occorre fare una corretta manutenzione dei vostri coltelli da cucina. Quindi tenete sempre presente che vanno affilati periodicamente, puliti bene e riposti al sicuro nel cassetto.

Ti è piaciuto questo articolo? Segui DesignMag su Google News per non perdere una tendenza!

Parole di Kati Irrente

Giornalista per passione, scrive per il web dal 2008 spaziando da argomenti di cronaca e attualità alle ultime tendenze in fatto di lifestyle. Addicted del vivere green e della buona cucina, divide il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d’autore.