Climatizzatore, come pulirlo in vista dell’estate: passaggi e trucchi

Pulire il climatizzatore prima dell’uso è un passaggio fondamentale per evitare rischi, anche per la salute, e si può fare con alcuni trucchi.

Il problema maggiore di questi apparecchi è che restano fermi molti mesi, infatti generalmente si utilizzano per l’aria fresca d’estate ma sono pochi coloro che li impiegano anche per l’aria calda di inverno e comunque sporadicamente. Questo comunque non prescinde dalla necessità di manutenzione accurata.

Come per ogni altro elettrodomestico che viene fermato per diverso tempo, appare chiaro che bisogna intervenire per evitare che presenti deficit di funzionamento una volta che viene impiegato. Non solo problemi di tipo strutturale ma anche danni e fastidi per la salute.

Climatizzatore, come pulirlo prima dell’uso velocemente

Il climatizzatore va pulito un minimo di due volte l’anno, una in estate prima dell’uso e una in autunno prima di spegnerlo definitivamente. Molti sanno quanto sia importante pulire i filtri ma non è sufficiente occuparsi di questi, bisogna infatti pulire tutte le componenti interne quindi quello che occorre è sicuramente una scala per arrivare agevolmente, un’aspirapolvere o un piumino, panno morbido, guanti, spray e anche eventualmente un vaporizzatore se presente.

climatizzatore pulirlo passaggi e trucchi
Trucchi utili per pulire il climatizzatore velocemente (designmag.it)

La prima cosa da fare è aprire il vano che si trova frontalmente e andare a rimuovere i filtri, se questi sono chiari vuol dire che la situazione è abbastanza gestibile, se sono anneriti non resta che andare a pulire anche le componenti interne perché vuol dire che il sistema è denso di polvere. Più questa si accumula, meno aria passa, più ci sono problemi di acari e pollini rilasciati nello spazio.

I filtri vanno smontati e poi lavati a parte con un detergente neutro, fatti asciugare e poi riposti. Ottimale l’uso di uno strumento per eliminare la polvere dall’interno, anche un pennello a setole strette oppure uno spray ad aria compressa che aiuta nel lavoro. Attenzione a fare tutto con molta cautela, evitando danni alle componenti interne. Uno spray igienizzante può essere una buona idea perché permette di risparmiare soldi e anche fatica, andando a igienizzare tutte le componenti.

La cosa importante è valutare tutte le componenti, senza avere fretta. La pulizia va fatta accuratamente perché il rischio che si genera è quello di disperdere nell’ambiente tutti gli acari che sono presenti, oltre che di affaticare il climatizzatore durante l’uso. In caso di componenti ormai datate o compromesse, è giusto procedere alla sostituzione delle stesse direttamente. 

I filtri interni, le turbine, i meccanismi di giunzione, se puliti e detersi correttamente possono rendere tutto perfettamente igienizzato e pulito e quindi far passare l’aria agevolmente, rinfrescare subito la stanza e senza alcuna fatica.

Impostazioni privacy