Chi sono i finalisti del Lexus design Awards 2022

Ecco chi sono i finalisti del Lexus Design Award 2022 e quali progetti hanno presentato al concorso internazionale dove vengono premiate le idee innovative e utili.

lexus design award 2022

Foto Lexus

Sono sei i finalisti del Lexus Design Award 2022, il concorso internazionale che premia la creatività e i progetti innovativi di giovani designer che mirano a un futuro migliore realizzando qualcosa nel presente. I sei talenti sono stati selezionati tra 1.726 proposte presentate da creativi provenienti da 57 paesi.

Il ruolo dei designer, come dice Simon Humphries, il responsabile di Toyota e Lexus Global Design, è quello di creare qualcosa che non solo lasci senza fiato, ma migliori la vita di tutti, che risolva problemi. Ed ecco chi sono i finalisti dell’edizione 2022 del Lexus Design Award, scelti per per i loro progetti originali.

Chitofoam di Charlotte Böhning e Mary Lempres (USA/Germania/Norvegia) è un imballaggio biodegradabile ricavato dagli esoscheletri dei vermi della farina che hanno digerito i rifiuti di schiuma di polistirene.

Rewind di Poh Yun Ru (Singapore) è un dispositivo che sfrutta la stimolazione multisensoriale per rievocare gesti familiari e ricordi significativi negli anziani affetti da demenza.

Sound Eclipse di Kristil e Shamina (Russia) è un dispositivo che elimina l’inquinamento acustico. Va posizionato vicino a una finestra aperta e grazie a onde sonore che si combinano e si annullano a vicenda, elimina i rumori provenienti dall’esterno.

Tacomotive di Kou Mikuni (Giappone) è un simulatore di guida tattile. Ossia un gioco analogico basato sulla percezione della trama della carta, sviluppato per l’educazione, la comunicazione e la co-creazione con bambini con deficit visivi e uditivi.

Hammock Wheelchair di Wondaleaf (Malesia) è una combinazione tra sedia a rotelle, carrello elevatore e amaca per ridurre il sollevamento manuale dei pazienti da parte degli operatori sanitari.

Ina Vibe del Team Dunamis (Nigeria): un bruciatore/stufa a gas, leggero e portatile, con un generatore che sfrutta l’energia termica per generare elettricità sostenibile, economica e pulita, rendendo possibile cucinare, caricare e illuminare.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per passione, scrive per il web dal 2008 spaziando da argomenti di cronaca e attualità alle ultime tendenze in fatto di lifestyle. Addicted del vivere green e della buona cucina, divide il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d’autore.