Case Green: stangata senza precedenti, con queste spese conviene vendere casa

Per rendere la casa green sarà necessario spendere tantissimi soldi. Forse converrebbe vendere l’immobile? Ardua scelta per i proprietari.

Fatiche e sacrifici per comprare casa e trovarsi a dover decidere se effettuare lavori di ristrutturazione oppure vendere l’abitazione prima che sia troppo tardi. Sembrerebbe una vera e propria ingiustizia ma bisogna farci i conti perché è la realtà.

L’Unione Europea ha deciso di fare un bel regalo agli italiani proprietari di case. Obbligarli a ristrutturare casa per evitare che l’immobile perda anche il 40% del suo valore. Naturalmente le spese che si affronteranno saranno a fin di bene, l’obiettivo è salvare il pianeta dopo anni e anni di azioni spregiudicate e altamente inquinanti da parte di noi piccoli cittadini.

Ora siamo chiamati a rimediare ai nostri errori e a quelli degli altri rendendo la casa (comprata con fatica e sacrificio e per la quale la maggior parte delle persone stanno pagando un mutuo oneroso) green. Nello specifico dobbiamo rendere l’immobile più sostenibile e rispettoso dell’ambiente, ridurre le emissioni di carbonio e alzare la classe energetica dell’abitazione. L’adeguamento dovrà avvenire entro il 2030 per i privati. Si tratta di ridurre il consumo di energia del 16% entro sei anni e del 20/22% entro il 2035.

Quanto costeranno agli italiani gli interventi per rendere la casa green

Per migliorare l’efficienza energetica occorrerà procedere con l’isolamento termico delle pareti, del tetto, delle fondamenta in modo tale da ridurre i fabbisogni energetici per riscaldamento e climatizzazione. Poi si dovranno installare sistemi di riscaldamento e raffreddamento efficienti come pompe di calore, caldaie a condensazione, sistemi di riscaldamento geotermico.

Costo degli interventi per avere una casa green
Conti svuotati per rendere la casa efficiente (Designmag.it)

Come tralasciare l’installazione di impianti solari fotovoltaici per la produzione di energia pulita e la sostituzione degli infissi e delle finestre per ridurre le dispersioni termiche. In aggiunta si potrà procedere con interventi per l’installazione di sistemi di raccolta e riutilizzo delle acque piovane e l’adozione di tecnologie smart per gestire in modo ottimizzato le risorse energetiche della casa.

Di che spesa parliamo? La stima è tra 35 mila e 60 mila euro in media. L’importo dipenderà dalla tipologia di lavori da effettuare e dalla metratura dell’abitazione. Anche gli edifici pubblici dovranno diventare sostenibili. Fanno eccezione gli edifici agricoli e storici più gli altri immobili “a scelta” degli Stati membri UE. Questi, infatti, sono liberi di escludere dall’applicazione della direttiva Case Green alcuni edifici di rilevanza storica o architettonica, chiese e luoghi di culto nonché le case situate in zone remote o particolarmente inaccessibili.

Impostazioni privacy