Carta da parati in vinile: quale scegliere e come posarla

A differenza delle tappezzerie di un tempo, la carta da parati vinilica è facile da posare e può resistere fino a 10 anni sulle pareti

da , il

    Carta da parati in vinile: quale scegliere e come posarla

    La carta da parati rappresentava un tempo la scelta più elegante e raffinata nella decorazione delle pareti di casa. Ma, con il passare del tempo, la sua fama è andata via via scemando, per essere recuperata soltanto negli ultimi anni, anche grazie alla presenza di materiali innovativi, come la carta da parati in vinile. Il ritorno della carta da parati è l’emblema di come passato, presente e futuro possano coabitare sotto lo stesso tetto, dando vita a uno spazio originale e ricco di personalità, come ogni casa dovrebbe essere. Ma che cos’è esattamente la carta da parati in vinile? E come possiamo applicarla alle pareti?

    Leggi anche: Carta da parati, tutte le tendenze più glam del momento

    Perché scegliere la carta da parati vinilica

    Ma perché scegliere una carta da parati vinilica quando possiamo ricorrere alla buona e vecchia tappezzeria tradizionale? Innanzitutto, la carta da parati in vinile è durevole, ignifuga e soprattutto lavabile. A differenza delle tappezzerie di un tempo e persino della tinteggiatura, questo materiale può resistere fino a 10 anni sulle pareti, senza rovinarsi. Questo materiale è infatti costituito da uno strato in TNT, il cosiddetto tessuto non tessuto, che lo rende facilmente applicabile alle pareti, e da un sottile rivestimento in PVC, che lo rende estremamente resistente e durevole, ideale anche per ambienti commerciali o negozi.

    Come conservare la carta da parati in vinile

    Ma come mantenere intonso e pulito il suo aspetto nel tempo? Prendersi cura di una carta da parati in vinile è più semplice di quando si possa pensare. Dal momento che si tratta di un materiale lavabile, è sufficiente dotarsi di un panno morbido e acqua per pulire la superficie, laddove si formino degli aloni o eventualmente delle piccole incrostazioni di sporco. L’importante è evitare prodotti abrasivi o contenenti alcool.

    Come posare la carta da parati vinilica

    Chi di voi ha mai posato una tappezzeria, non se ne sarà certamente dimenticato. Dietro ogni striscia si doveva infatti applicare la colla in modo tale che, una volta posizionata, la striscia aderisse bene al muro: un’impresa tutt’altro che semplice! Oggi la tecnica è cambiata e si è molto semplificata, grazia all’ausilio del supporto in TNT, che rende facilmente applicabile la carta da parati in vinile. L’importante che è che il fondo, ovvero la parete a gesso, sia liscia e priva di difetti.

    Tutto quello che vi occorre per la posa fai-da-te

    Una volta ripristinato il fondo, potete procedere all’installazione della carta da parati con i giusti accorgimenti. Vi serviranno taglierino, bolla, spatola morbido o rullo, pennello e colla per carta da parati. Una volta che vi sarete procurati i materiali necessari, si stende la colla direttamente sulla parete e si applicano i teli di carta da parati vinilica. E, voilà, il gioco è fatto! Per il tutorial completo, clicca qui.

    Ma la carta da parati non solo è facile da applicare, è anche facile da rimuovere. Se tra qualche anno avrete voglia di rinnovare l’ambiente e cambiare la vostra carta da parati, vi stupirete di quanto sia semplice rimuovere una carta da parati vinilica con il solo ausilio di acqua calda.

    Colori, fantasia e texture, scegli la più adatta per te!

    Proprio come un abito su misura, anche per la vostra carta da parati potrete scegliere il colore, le fantasie, come la carta da parati floreale, e la texture più adatte per le pareti, a seconda dello stile della vostra casa e soprattutto dei vostri desideri. Sono molte le aziende che mettono a disposizione del cliente un campionario personalizzato, tra carte da parati e rivestimenti per mobili e pareti, così da toccare con mano le finiture e poter studiare gli accostamenti di colori ideali per la vostra casa.