Bethan Laura Wood, la designer che colora la casa

Andiamo alla scoperta di Bethan Laura Wood, la designer che ama giocare con i colori e dare nuove forme a oggetti di uso quotidiano

Bethan Laura Wood

Ha la passione per il colore e riesce a creare oggetti di design unici nel suo genere: è Bethan Laura Wood, designer inglese pluripremiata e riconosciuta a livello internazionale per le sue creazioni innovative ed artigianali, la ricerca sui materiali e l’amore per i dettagli. Tra se sue opere ci sono gioielli ma anche mobili, tessuti e oggetti decorativi, oltre che lampade e installazioni.

Chi è Bethan Laura Wood, la designer con la passione per il colore

Classe 1983, Bethan Laura Wood ha alle spalle studi di design tridimensionale all’Università di Brighton, dove si è laureata con lode nel 2006. Già durante gli studi apre il suo studio a Londra e nel 2009 consegue un master in design di prodotti presso il Royal College of Art, sotto la guida di Jürgen Bey e Martino Gamper.

Dal 2011 collabora con la prestigiosa Galleria Nilufar di Milano per mostrare le sue opere in edizione limitata. Ha all’attivo collaborazioni con una grande varietà di partner internazionali tra cui: Perrier – Jouët, Rosenthal, Abet Laminati, Moroso, Valextra, Kvadrat, Bitossi Ceramiche, Design Miami, Tory Burch, CC-Tapis, Tolix Peter Pilotto, Hermes e Dior.

Le opere di Bethan Laura Wood


I sui lavori sono stati esposti presso importanti musei in tutto il mondo, come il Victoria and Albert Museum, all’Istituto Svizzero di New York, al Museo Daelim di Seul, al Museo di Arte Contemporanea, MOT, di Tokyo, all’ICA London e al Design Museum London.

Alcune delle sue opere sono incluse nelle collezioni permanenti della Wellcome Collection, Londra (Epidemic Jukebox in collaborazione con Kin design). Al V&A di Londra (borsa per dentifricio per Valextra), presso le Collezioni d’arte statali di Dresda in Germania (letto degli amici) e anche in Italia, al Museo del Laminato Abet (Tavolo Playtime).

Altre opere sono al Mudac, Svizzera (Totem n. 5) e più recentemente è stata esposta al The Art Institute of Chicago (Stain) e SFMOMA (Criss Cross Kite). Bethan è affascinata dalle connessioni che creiamo con gli oggetti quotidiani che ci circondano e, come collezionista lei stessa, ama esplorare ciò che spinge le persone a tenere un particolare oggetto mentre ne scartano un altro.

Bethan esplora queste relazioni e si interroga su come potrebbero diventare canali culturali. Il suo lavoro è caratterizzato da una ri-contestualizzazione di elementi che sono oggetti di tutti i giorni, spesso concentrandosi sui loro motivi e colori come indicatori della loro origine, produzione, e uso passato. Le fonti di ispirazione di Wood sono la città in cui vive e la sua attrazione verso l’impatto emozionale creato dalla stratificazione di vari colori, forme e tessuti.

Ti è piaciuto questo articolo? Segui DesignMag su Google News per non perdere una tendenza!

avatar autore

Parole di Kati Irrente

Giornalista per passione, scrive per il web dal 2008 spaziando da argomenti di cronaca e attualità alle ultime tendenze in fatto di lifestyle. Addicted del vivere green e della buona cucina, divide il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d’autore.